Dreke90 di Dreke90
Genius 6795 punti

Transistori ad effetto di campi (FET)

I transistori ad effetto di campo o FET sono dispositivi a semiconduttore in cui il flusso della corrente viene controllato dal campo elettrico prodotto da una tensione di ingresso. Si distinguono due tipi di FET: quello a giunzione o JFET ed il MOSFET o brevemente MOS. In forma di componenti discetti i FET vengono utilizzati come amplificatori negli apparati ad audio e a radiofrequenza, grazie al basso livello di rumore introdotto. I MOS inoltre trovano largo impiego nell’elettronica di potenza, specialmente come interruttori elettronici. E’ tuttavia l’elettronica integrata il campo in cui i MOS hanno trovato la massima espansione, grazie soprattutto al relativamente semplice processo di produzione e alle dimensioni di un ordine di grandezza inferiori a quelle dei BJT. Memorie e registri, microprocessori e microcontrollori, chip per calcolatrici tascabili, per orologi, per videogiochi, sono tutti realizzati con la tecnologia MOS. Sul MOS sono inoltre basati i CMOS, che grazie al basso consumo e all’elevata frequenza di lavoro, costituisco attualmente la famiglia logica più diffusa.

Registrati via email