Multivibratori

I multivibratori sono circuiti adatti a fornire onde quadre, rettangolari e impulsive. Realizzati in svariate forme, a transistor, ad amplificatori operazionali, a porte logiche, in circuito integrato, si distinguono in astabili, monostabili e bistabili:
- Astabile: è caratterizzato da due stati tra i quali il multivibratore oscilla senza bisogno di comandi esterni. L'astabile è un vero e proprio generatore di onde quadre e rettangolari.
- Monostabile: detto anche one-shot, questo multivibratore presenta uno stato stabile, in cui può rimanere indefinitamente, ed uno stato quasi-stabile.
Mediante un segnale di comando in ingresso (segnale di trigger) è possibile far commutare il monostabile dallo stato stabile a quello quasi-stabile.
Può essere impiegato come temporizzatore o come ritardatore.
- Bistabile: questo circuito, detto anche flip-flop, presenta due stati stabili nei quali può permanere indefinitivamente. Il circuito passa da uno stato all'altro solo in seguito ad un comando esterno.
Il flip-flop trova largo impiego come cella di memoria e divisore di frequenza.
- Trigger di Schmitt: è un particolare bistabile che passa da uno stato all'altro quando la tensione di ingresso Vi supera la cosiddetta tensione di soglia superiore V+.
E' utilizzato per squadrare segnali di varia forma d'onda e come rivelatore di soglia; costituisce inoltre la base di molti circuiti a scatto.

Registrati via email