Filtri attivi

Un quadripolo che, nella trasmissione dei segnali dai suoi terminali di ingresso a quelli di uscita, presenti caratteristiche selettive, ovvero discriminatorie relativamente alla frequenza, viene detto "filtro".

Numerose sono le applicazioni dei filtri in vari settori dell'elettronica:
1) Attenuazione dei disturbi;
2) Attenuazione del rumore;
3) Attenuazione delle distorsioni;
4) Separazione di due o più segnali trasmessi sullo stesso canale,

Che spesso vengono generati dalle imperfezioni dei canali e delle tecniche di trasmissione; e che vanno a sovrapporsi al segnale utile che otteniamo in uscita.

Dunque, qual'è la differenza tra filtri attivi e filtri passivi?
I filtri passivi sono capaci di filtrare un segnale e limitarlo in banda, ossia definirlo da una determinata frequenza ad un altra.

I filtri attivi, invece, oltre ad essere capaci di filtrare il segnale, ossia limitarlo in banda, lo amplificano anche; un esempio è rappresentato dai filtri per i segnali telefonici.

I filtri possono essere costruiti o su una rete o mediante l'uso di un amplificatore operazionale.

I filtri base e più utilizzati nell'elettronica moderna sono:

1) Filtro "passa-basso";
2) Filtro "passa-alto";
3) Filtro "passa-banda";
4) Filtro "elimina-banda".

Due di questi filtri elencati sopra sono "passivi" indipendentemente dalla loro costruzione, e sono il filtro "passa-banda" e il filtro "elimina-banda". Gli altri due; il filtro "passa-basso" e il filtro "passa-alto" possono essere o "passivi" o "attivi".

Il filtro "passa-basso" o filtro "RC" si ha mettendo in serie una resistenza

[math]R[/math]
con un condensatore
[math]C[/math]
. Fa passare generalmente le frequenze tra
[math]0H_z[/math]
e la "frequenza di taglio"
[math]f_t[/math]
e filtra o meglio"taglia" tutte le frequenze o i segnali maggiori di essa.

Il filtro "passa-alto" o filtro "CR" si ottiene mettendo in serie un condensatore

[math]C[/math]
con una resistenza
[math]R[/math]
. Fa passare tutte le frequenze o i segnali maggiori della sua "frequenza di taglio"
[math]f_t[/math]
e filtra tutte le frequenza o i segnali minori di essa.

Il filtro "passa-banda" è un filtro composto; si ottiene mettendo in serie un filtro "passa-basso" con un filtro "passa-alto".
Fa passare le frequenze o i segnali solo all'interno di una certa fascia o banda di selezione detta "banda passante" e, taglia tutte le frequenze o i segnali maggiori o minori di essa.

Il filtro "elimina-banda" è esattamente l'opposto del filtro "passa-banda", è anch'essi un filtro composto e, si ottiene mettendo in parallelo un filtro "passa-alto" con un filtro "passa-basso". Fa passare tutte le frequenze o i segnali maggiori o minori di un noto intervallo; e taglia tutte le frequenze o i segnali dentro quel noto intervallo.

Registrati via email