Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

La chiave di Sara

La chiave di Sara è un film che può essere interpretato come un mezzo che serve per non dimenticare quegli atti brutali accaduti nei campi di concentramento.

E io lo dico a Skuola.net
La chiave di Sara

Inizia nella Parigi dei giorni nostri.
Julia Jarmond, una giornalista americana, trasferita a Parigi, indaga sui fatti del "Velò d'Hiver", il luogo in cui vennero concentrati migliaia di ebrei parigini, prima di essere portati nei campi di concentramento.
Per Julia inizia tutto solo come un lavoro, ma poi col passare del tempo la ricerca si rivela invece un' esperienza personale in grado di scuotere le fondamenta della sua esistenza quotidiana e la costringe a ripensare ai propri valori.
Cosi Julia si imbatte nella storia di Sara, una giovanissima ragazzina, che si può considerare la "inquilina" degli anni passati della casa in deve trasferirsi.
La bambina (Sara) prima di essere catturata insieme ai genitori, aveva nascosto il fratello minore all'interno dell'armadio, pensando di compiere il migliore gesto e di evitargli le brutalità della prigione e fece pronunciare al fratello una promessa, che riguardava il non uscire dall'armadio finché ella non sarebbe tornata.
Tutti questi fatti nel film vengono descritti parallelamente con il presente in cui vive Julia.
Il film racconta anche i tentativi della piccola Sara di fuggire dal campo per salvare il fratello che oramai era nell'armadio da troppo tempo, ma il suo tentativo falli perché quando riuscì a tornare nella sua "vecchia" casa aprì l'armadio e trovò il fratello morto. Per la vicenda accaduta si sentì in colpa e complice della morte del fratello.
Il film mostra anche la sua vita dopo la riconquista della libertà e il suo suicidio a causa dei traumi che aveva subito nella sua vita.
Parallelamente, Julia indaga a fondo e col passare trova il figlio di Sara, che non sapeva della vera provenienza della madre e rimane scosso e incredulo, cacciando Julia.
Alla fine del film, Julia e il figlio di Sara si rincontrano e si capisce che egli ha accettato la verità.
Col passare degli anni la donna rimase incinta e ebbe una bellissima figlia, minuta e bionda che ricordava tanto Sara e cosi le donò il medesimo nome.
Contenuti correlati
Registrati via email