Habilis 1834 punti

Orientarsi con le stelle

Il modo più semplice per incominciare a capire dove ci si trova consiste nell'orientamento cioè nell'individuare sul circolo dell'orizzonte alcuni punti fissi: i punti cardinali.
I punti cardinali sono: il Nord, il Sud, l'Ovest e l'Est.
Per determinare la propria posizione bisogna:
- prendere come riferimanto la posizioe del sole o di altre stelle;
- utilizzare una bussola.
Il termine orientarsi significa rivolgersi verso oriente cioè verso Est, il punto cardinale in cui sorge il Sole. Se ci mettiamo a braccia aperte e con la mano sinistra verso Est, avremo l'Ovest a destra, il Sud di fronte e il Nord alle spalle.
Di notte nel nostro emisfero possiamo orientarci con la Stella polare che è una piccola stella piuttosto luminosa. Essa si trova molto vicina allo Zenit del Polo Nord e indica sempre la direzione Nord. Nel continente australe invece non è visibile questa stella ma la Croce del Sud che indica sempre il Sud.
Il Sole agli equinozi (21 marzo e 23 settembre) sorge esattamente verso Est e tramonta verso Ovest a qualsiasi latitudine. Dopo l'equinozio di primavera nell'emosfero boreale il Sole sorge un pò spostato verso Nord. Al Polo Nord il Sole non tramonta mai in estate e non è mai visibile in inverno.
Dopo l'estate il punto in cui sorge il Sole tende a tornare verso Est fino ad essere esattamente ad Est.
Nell'emisfero australe avviene l'inverso. All'equatore il Sole sorge a Est e tramonta ad Ovest.

Registrati via email