Ominide 1350 punti

PRECESSIONE DEGLI EQUINOZI:
Sappiamo che l’orientamento dell’asse terrestre è parallelo in ogni suo punto. Ciò è vero se consideriamo periodi abbastanza brevi, infatti l’asse terrestre non è immobile ma ruota da Est verso Ovest facendo perno al centro della terra e disegnando durante il suo movimento due coni opposti per il vertice. Il tempo che impiega per completare questo movimento è detto “moto di precessione degli equinozi” e dura 26mila anni. La precessione significa precedere qualcosa. Infatti questo movimento dell’asse fa si che ogni anno il punto di equinozio precede il punto d’equinozio dell’anno precedente di 20 minuti circa corrispondenti ad un arco sull’orbita di rivoluzione terrestre di 50 secondi di grado. Tra Circa 13mila anni si cambieranno gli equinozi: il 23 settembre sarà quello di primavere mentre il 21 marzo sarà quello d’autunno. La precessione è causata dalla doppia attrazione gravitazionale che la terra subisce dal sole e dalla luna e anche dalla rapida rotazione della terra su sé stessa. Inoltre poiché le distanze tra sole terra e luna sono variabili a causa dei moti di questi astri varieranno anche le attrazioni da parte di questi astri sulla terra e ciò provoca delle oscillazioni nella traiettoria conica dell’asse terrestre con periodicità di 18 anni e 2/3 definite Nutazioni.

Lo spostamento degli Apsidi:
la linea degli apsidi è quella che congiunge il punto di afelio e quello di perielio e coincide con l’asse maggiore dell’orbitale terrestre intorno al sole. Quest’asse a causa della variazione nel tempo delle posizioni relative alle attrazioni gravitazionali del sole e della luna si muove in senso antiorario di un arco di 11 secondi ogni anno effettuando una rotazione di 360° in 117mila anni. Questo movimento è contrario a quello di precessione e riduce il tempo necessario all’asse terrestre per compiere una rotazione completa da 26mila a 21 mila anni!

Registrati via email