Ominide 76 punti

Atmosfera Terrestre

Definizione:
Atmosfera terrestre: involucro di gas che
circonda il globo. E' essenziale per gli
esseri viventi, sia perché protegge dalle
radiazioni ultraviolette e dalla caduta
di meteoriti, e anche perché è grazie ai
gas che sono in essa contenuti che è
possibile la vita. Nell’atmosfera, poi,
avviene il ciclo dell’acqua, elemento
essenziale per la sopravvivenza di tutte le
specie.

Composizione
Lo spessore dell’atmosfera in realtà è molto sottile:
la parte più “densa” si estende fino a 60 km s.l.m.
Non vi è un vero e proprio confine fra l’atmosfera e lo spazio
interplanetario, ma vi è una zona di transizione ove i gas si diradano. La composizione dell’atmosfera è prevalentemente di azoto e ossigeno, e in piccolissime parti da altri gas, che subiscono forti variazioni in percentuale a causa dell’inquinamento atmosferico. La composizione varia anche a seconda della quota; per questo l’atmosfera viene divisa in strati, che descriverò più avanti.

Pressione Atmosferica
La pressione atmosferica è il peso esercitato su un’unità di superficie dalla colonna d’aria al di sopra al punto che si considera.
La pressione atmosferica è un importante fattore che influenza l'’andamento del tempo meteorologico e che svolge pure un ruolo nella sua previsione. Infatti, la pressione può essere ciclonica o anticiclonica (alta e bassa pressione). Al livello del mare, il volume di una colonna d’aria su 1 cm² ha il peso di circa 1,03 kg. Di conseguenza una colonna d’aria su 1 m² ha un peso di circa 10,3 tonnellate. Ovviamente il valore della pressione atmosferica varia in base ad alcuni elementi, fra cui la temperatura e la quantità di vapore acqueo.
Strati
Gli strati dell’atmosfera sono, in ordine da quello con la quota piu bassa a quella piu alta, la troposfera, stratosfera, mesosfera, termosfera, esosfera. La suddivisione è dovuta a un cambiamento nel gradiente termico(inversione termica) ; fra due strati vi, ove avviene il cambiamento, vi è una zona discontinua, chiamata “pausa” (tropopausa, stratopausa ecc.) Troposfera

La troposfera è lo strato ove si trova la vita, il ciclo dell’acqua, tutti i fenomeni meteorologici; qui è contenuto l’ 80% dei gas totali dell’atmosfera e il 99% del vapore acqueo. La temperatura media è di 15°C, e diminuisce di 0,65°C ogni 100 m, fino a raggiungere la temperatura di -60°C alla tropopausa. è nella troposfera che nascono i venti. La quota della tropopausa varia a seconda della latitudine; ai poli, infatti, è a 7-8 km, all’equatore raggiunge i 17 km.
Stratosfera
Nella stratosfera i gas sono piu rarefatti che nello strato precedente; si estende fino a 50-60 km, e vi si trovano rare nubi come i cirri. è nella stratosfera che si trova l’ozonosfera, uno strato di ozono (variante dell’ossigeno O3 ) , un gas serra particolare che ha l’essenziale funzione di trattenere e assorbire parte dell’energia proveniente dal sole e di filtrare i raggi UV, estremamente dannosi per le piante e gli animali, fra cui l’uomo. A causa dei clorofluorocarburi, gas di scarico rilasciati dall’uomo, l’ozonosfera nel polo sud si è pericolosamente assottigliata. Mesosfera La mesosfera è sempre costante a tutte le latitudini, perché non subisce più l’influsso della superficie terrestre. La temperatura qui riprende a diminuire. Nella mesosfera vi è un sistema di correnti aeree; questo si è osservato dalle nubi nottilucenti, costituite da cristalli di ghiaccio e polveri illuminate dai raggi solari.
Termosfera
A 100 km di quota, nella termosfera, si trova la cosiddetta “linea di Karman”, che è il confine convenzionale fra i voli astronautici ed aeronautici. Inoltre, nella termosfera vi è la ionosfera, ove le onde radio lunghe, medie, corte e cortissime si riflettono. È grazie a questo strato che sono possibili le trasmissioni radio in una grande estensione di superficie, mentre per le trasmissioni televisive occorrono satelliti appositi. Nella termosfera inizia la disintegrazione dei meteoriti.
Esosfera
L’esosfera è lo strato più esterno dell’atmosfera terrestre. Qui, la temperatura cinetica è di circa 2000°C, e le particelle che superano la velocità di fuga della terra (11,2 km/s) , spesso di idrogeno ed elio, non orbitano più intorno alla terra. L’atmosfera termina quando la densità gassosa è uguale a quella dello spazio interstellare. La termosfera e l’esosfera contengono anche la magnetosfera, le fasce di Van Allen che si interrompono ai poli magnetici. La magnetosfera è essenziale perché intercetta particelle altrimenti dannose per la vita.
Buco dell'ozono
Il fenomeno dell’assottigliamento dello strato di ozono, scientificamente chiamato deplezione, è inizialmente osservato degli anni settanta del novecento. Ogni anno, durante la primavera australe, mesi di settembre-ottobre, avviene il naturale assottigliamento nella zona atmosferica sopra al continente antartico, ma ogni anno avveniva in modo più pronunciato, fino ad avere dimensioni allarmanti.La causa di questo fenomeno sono i ODS (Ozone-Depleting Substances), sostanze che alterano i legami chimici nelle molecole di ozono.Le principali sono i CFC, ampiamente usati nelle bombolette spray, nei frigoriferi ecc.) , HCFC (idroclorofluorocarburi) e altri composti, come i cosiddetti halons. Queste sostanze sono molto stabili e si degradano solo grazie ai raggi UV nella stratosfera.
Nel 1985 si tenne a Vienna la prima conferenza per discutere il problema, concludendo nel 1987 con il Protocollo di Montréal, che segnò la messa a bando di queste sostanze.Nel 1991, la NASA ha lanciato nell’atmosfera un satellite che periodicamente monitora la concentrazione di ozono a diverse altezze. La situazione non sta migliorando; nel 2002 il buco ha assunto una forma ad otto, ciascuna delle due parti si sta allontanando dalla sua posizione iniziale. Inoltre, l’assottigliamento sta avvenendo anche in alcune zone sopra al circolo polare artico.

Registrati via email