Erectus 2150 punti

L'eruzione


L’eruzione può avvenire attraverso:
• un edificio vulcanico a cono (eruzioni centrali),
• fenditure della crosta terrestre (eruzioni lineari).
Facendo riferimento alle caratteristiche dell’edificio vulcanico i vulcani possono essere:
• vulcani a scudo, con fianchi poco inclinati, formati da strati sovrapposti di colate laviche; emettono lave basaltiche fluide;
• stratovulcani, caratterizzati da fianchi più ripidi, formati da strati di lava alternati a strati di materiali piroclastici; hanno eruzioni con emissione di colate laviche di composizione variabile, alternate a gas e materiali piroclastici (Stromboli, Etna e Vesuvio);
• coni di scorie, dovuti ad attività esplosiva e caratterizzati dall’assenza di colate laviche.
Nell’edificio vulcanico, inoltre, si possono riconoscere strutture caratteristiche come caldere, guglie, coni avventizi, duomi ecc.

Le eruzioni possono essere:
• di tipo hawaiano, con emissione di lave fluide e attività solo effusiva;

• di tipo stromboliano, con emissione di colate laviche alternate a brevi esplosioni;
• di tipo vulcaniano, con attività fortemente esplosiva e formazione di colate di materiali piroclastici;
• di tipo peleano, con emissione di lava fortemente viscosa che forma duomi e guglie e violenta attività esplosiva, accompagnate dal crollo delle pareti dell’edificio vulcanico e dall’emissione di nubi ardenti;
• freatiche, o freatomagmatiche, con emissione esplosiva di un enorme volume di vapor d’acqua;
• lineari, che danno origine a vasti ricoprimenti (plateaux) che possono essere di natura basaltica o, più raramente, riolitica (plateaux ignimbritici).

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email