almadj di almadj
Ominide 60 punti

La Deriva Dei Continenti

Il merito dell’enunciazione della teoria della Deriva Dei Continenti è universalmente assegnato al Meteorologo Alfred Wegener, il quale nel 1910 elaborò quest’ipotesi durante una conferenza tenutasi a Francoforte. Wegener parlò dell’esistenza di un grande Continente chiamato Pangea e di un grande Oceano chiamato Panthàlassa.
La Pangea avrebbe iniziato a frantumarsi nel Cretaceo dando origine all’Atlantico Meridionale mentre Europa e Nord America si sarebbero separate.
Da qui la Formazione delle Catene Montuose.
Le forze messe in gioco sarebbero due:
1° La forza di Marea, il quale tende a far rallentare la rotazione delle parti superficiali della Terra rispetto alle parti più profonde.
2°La Repulsione Dei Poli, dovuta alla simmetria non proprio sferica del campo gravitazionale.
Per affermare la propria tesi,però,Wegener dovette dare,o meglio,presentare delle prove concrete,tra queste possiamo trovare:

1°Geofisiche:
”Fondate sull’isostasia,ossia movimenti sia Verticali che Orizzontali”

2°Geologiche:
“Ricavate dal confronto delle rocce diffuse sulle coste atlantiche dell’Europa, dell’Africa e delle Americhe”

3°Paleontologiche:
“Basate sulle somiglianze tra flore e faune delle varie zone”

4°Paleoclimatiche:
“Basate sulla classificazione dei vari Climi”


Ma tutte queste Teorie ebbero elogi(con riserva)dai geofisici mentre furono bocciate dai geologi, critiche mosse soprattutto da due motivazioni:
1°Non si spiegava perché la Pangea si fosse divisa in pochi milioni di anni.
2°Le forze attuate erano troppo deboli per poter spostare blocchi crostali.

Registrati via email