Ominide 131 punti

Il clima

Il movimento di rivoluzione terrestre determina il fenomeno delle stagioni, e ciò permette di individuare 5 zone astronomiche che corrispondono più o meno a fasce in cui le condizioni ambientali sono simili. Si può quindi affermare che i fenomeni astronomici sono il più importante fattore che determina il clima. Per clima si intende l'insieme delle condizioni meterologiche verificatesi in un intervallo di tempo sufficentemente lungo in una determinata zona. Facendo i rilevamenti per un certo periodo di tempo e prendendo i valori medi ottenuti si determina il clima di una certa regione.Per elementi climatici si intendono i parametri misurabili delle condizioni atmosferiche come: pressione, temperatura, venti, umidità, nuvolosità.

Fattori climatici
I fattori climatici sono: la latitudine, che influisce sul riscaldamento della superficie terrestre. Infatti nelle zone prossime all'equatore i raggi solari arrivano in quantità maggiore al suolo e inoltre il calore viene distribuito in una superficie meno estesa; a latitudini più ampie, il riscaldamento sarà quindi inferiore. In definitiva l'angolo d'incidenza dei raggi solari dipende dalla latitudine, dalla stagione, dall'ora del giorno, dall'esposizione del terreno, ecc. quanto più grande sarà l'angolo tanto maggiore sarà ill riscaldamento. L'esposizione topografica, che ha particoare incidenza nelle zone montuose: la neve infatti permane nelle zone esposte a nord dell'altopiano detto bacìo di più delle zone esposte a sud, o a solatìo. L'altitudine determina le condizioni climatiche perchè la temperatura decresce allontanandosi dal suolo, inquanto l'aria viene riscaldata più dal calore riflesso dal suolo che non dai raggi solari diretti. Un esempio di zonazione altitudinale si ha nelle Alpi, dove si possono individuare diversi piani caratterizzati da una diversa vegetazione.

La presenza di acque fa aumentare l'umidità nell'aria e determina quindi un aumento delle precipitazioni; mitiga la temperatura delle zone circostanti, facendo diminuire le escursioni termiche. L'acqua infatti è in grado di trattenere calore e pertanto determina la formazione di brezze, venti periodici, ecc.
Le correnti marine provocano un riscaldamento o un raffreddamento delle coste che bagnano; le correnti fredde sono di provenienza polare mentre quelle calde di provenienza equatoriale. Per esempio la corrente del Golfo proveniente dal Messico, e che, dopo aver attraversato l'Oceano Atlantico arriva sulle coste nordoccidentali europee, esercita un effetto benefico sui paesi scandinavi.
La presenza di vegetazione, soprattutto arborea, che trattiene i raggi solari ed emette vapore acqueo, dando luogo ad un abbassamento della temperatura e ad un aumento di umidità; il calore solare viene inoltre utilizzato dalle foglie per la traspirazione stomatica che lo trasforma in vapore acqueo.

Registrati via email