Ominide 382 punti

IL CALORE TERRESTRE
La Terra è la fonte energetica continua di un enorme quantità di calore che predomina l'insolazione. Il calore proveniente dall'interno della Terra che attraversa i vari strati fino ad essere emanato sulla crosta è detto flusso geotermico. A cosa è dovuta questa continua fonte di calore? La sua origine è data dalla presenza nelle rocce di isotopi radioattivi (naturali, quindi non dannosi) che emettono particelle dotate di una forte energia cinetica che si trasforma in calore geotermico per il principio di conservazione dell'energia. Il trasferimento di calore può avvenire per:
-CONVEZIONE, dovuta alla presenza di gas nel magma;
-CONDUZIONE, nei solidi;
-IRRAGGIAMENTO, fuori dall'atmosfera.
Non tutte le zone della Terra presentano il medesimo flusso geotermico, infatti dove è maggiore si individuano i PUNTI CALDI, a cui corrispondono i vulcani isolati; inoltre essi hanno un'elevata distribuzione di radioattività, anche se non è uniforme.

IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE O GEOMAGNETICO
Il nostro pianeta è considerato un magnete: un corpo in grado di attirare a sé elementi di tipo ferroso. Per questo motivo genera intorno a sé un campo magnetico, in cui agisce una forza che diminuisce man mano che ci si allontana. Il campo magnetico ha due poli che sono gli estremi dell'asse magnetico (che non coincide con l'asse terrestre); ma esso viene comunque definito non perfettamente dipolare dato che la Terra non è una sfera perfetta ma è un GEOIDE: una superficie equipotenziale, i cui punti hanno la stessa direzione del filo a piombo e sono tutti egualmente attratti dal centro della Terra. In realtà per essere un geoide, la Terra dovrebbe essere rivestita completamente dalle acque; quindi si prende in considerazione l'ellissoide di rotazione: il solido originato dalla rotazione di un ellisse intorno al proprio asse minore. Il campo magnetico terrestre è delimitato da linee dette linee di forza. Il suo scopo quindi è proteggere la Terra dalle radiazioni, consentendone la vita; secondo la teoria della dinamo ad autoeccitamento esso è originato dal movimento del ferro fuso presente del nucleo esterno della Terra e non invece, come si pensava inizialmente, che fosse originato da una barra magnetica passante per il centro della Terra. Il paleomagnetismo è la scienza che si occupa del campo terrestre e dei suoi cambiamenti nella storia della Terra; infatti grazie ai suoi studi verificati sull'impronta magnetica nelle rocce radiografate (i cui minerali erano orientati in modo particolare; infatti quando la lava si solidifica, i cristalli si orientano in corrispondenza al campo magnetico vigente) , si scoprì che esso è stato modificato dalle inversioni di polarità: anche se la loro causa non è ben chiara, quando si manifestano il campo magnetico scompare, per poi riformarsi in un secondo momento; questo però rende molto vulnerabile la Terra che può essere colpita da eventi catastrofici (glaciazioni, estinzioni), perciò secondo alcuni studiosi la nostra era magnetica, paragonandola ad altre, sarebbe giunta agli sgoccioli.

Hai bisogno di aiuto in Geografia astronomica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email