Cronih di Cronih
Genius 23969 punti

I buchi neri

Quando la massa della stella è pari ad almeno venti masse solari ciò che resta dopo l'eplosione è ancora sufficente innescare ulteriori processi. La forza di gravita prende il sopravvento assoluto provocando l'innarestabile concentrazione di tutta la massa. Poiche per ogni massa sferica esste un raggio limite che provoca un distorsione nello spazio-tempo intorno alla massa separandola dal resto dell'universo niente di cio che viene emesso dalla stella a piu energia sufficente per allontanarsi dalla sua superfice nemmeno la radiazione piu energetica e la stella si traforma in un buco nero e diventa completamente invisibile a meno ce non si trovi accanto a un'altra stella di massa notevole. In questo caso il materiale della stella gemella puo essere attratto dal buco nero ruotarli intorno e percipitare su di esso andando ad accrescere la assa e la forza gravitazionale.
Il materiale di questo disco di accrescimento per la velocita che raggiunge diventa caldissimo ed emette radiazioni soprattutto X. In questo modo rivela la presenza del buco nero. Ovviamente come tutti gli argomenti affrontati finora anche questa descrizione e sovrasemplificata: le teorie proposte sono numerose e ancora oggi ci sono studiosi scettici sull'esistenza reale dei buchi neri. La ricerca di sorgenti X come quelle previste dalla teoria, ha permesso di rintracciare probabili anelli di accrescimento. Il caso della stella cignus X-1 una super gigante che emette forti e irregolari impulsi di radiazioni X. Dopo questo primo probabile buco nero, in questo modo se ne sono trovati molti altri, fra i quali il sistema V404 CYGNI e il miglior candidato.

Registrati via email