Ominide 178 punti
Questo appunto contiene un allegato
Papa Giovanni Paolo II - Lettera scaricato 0 volte

Papa Giovanni Paolo II
Wojtyla
Karol Jòzef
18 maggio 1920
545 329 210
Wadowice
Polacca
Città del Vaticano
San Pietro
Celibe
Pontefice Karol Jòzef Wojtyla

1.78 cm
Bianchi
Chiari
UOMO DI PACE

Lettera del Santo Padre Giovanni Paolo II
ai capi di stato e di governo
e decalogo di Assisi per la pace il 24 gennaio 2002

1) Chi professa il vero spirito religioso si oppone alle pratiche di violenza e terrorismo .
2)Ci impegnamo a rispettare le religioni diverse .
3)Bisogna educare ad usare la cultura del dialogo affinché si sviluppi la pace fra gli individui e che ciò porti alla comprensione reciproca.

4)Ognuno è libero di vivere in base alla sua cultura.
5)E’ importante promuovere il confronto con la diversità degli altri perché può diventare un’ occasione di comprensione reciproca.
6)La giustizia è lo strumento per realizzare una pace vera e vincere egoismo , abuso , odio e violenza .
7)Bisogna promuovere la solidarietà tra i popoli ed impegnarsi a stare accanto a quanti soffrono .
8)Bisogna condividere la volontà di combattere la violenza e il male e perseguire giustizia e pace .
9)E’ importante promuovere l’amicizia tra i popoli per evitare che il progresso tecnologico esponga il mondo a rischi di distruzione e morte.
10)I responsabili delle nazioni hanno il compito di perseguire solidarietà e pace a livello nazionale ed internazionale attraverso la giustizia.

Questi principi sono stati condivisi dai capi di stato e di governo riuniti ad Assisi per la giornata di preghiera per la pace nel mondo. In quella occasione erano presenti capi religiosi di numerose nazioni e di diverse confessioni religiose , animati da una convinzione comune : se l’ odio distrugge , l’ amore al contrario costruisce.

Registrati via email