blakman di blakman
VIP 9176 punti

Solcata ho fronte

Solcata ho fronte, occhi incavati intenti,
crin fulvo, emunte guance, ardito aspetto,
labbro tumido acceso, e tersi denti,
capo chino, bel collo, e largo petto; 4

giuste membra; vestir semplice eletto;
ratti i passi, i pensier, gli atti, gli accenti;
sobrio, umano, leal, prodigo, schietto;
avverso al mondo, avversi a me gli eventi: 8

talor di lingua, e spesso di man prode;
mesto i più giorni e solo, ognor pensoso,
pronto, iracondo, inquïeto, tenace: 11

di vizi ricco e di virtù, do lode
alla ragion, ma corro ove al cor piace:
morte sol mi darà fama e riposo.

Commento
Nel 1802 Foscolo pubblica a Pisa, nel "Giornale dei Letterati" otto sonetti, fra cui questo autoritratto, in cui il poeta si descrive con simpatia e sincerita. Queste poesie, ricche di riferimenti autobiografici, costituiscono una sorta di diario poetico in cui Foscolo annota esperienze, riflessioni ed emozioni. Il sonetto e` un componimento in endecasillabi tipico della tradizione lirica italiana, e` formato da due strofe di quattro versi(quartine) e due di tre versi(terzine).

Registrati via email