Ominide 2892 punti

Le ultime lettere di Iacopo Ortis

È un romanzo che impegna l'autore per buona parte della sua vita, ne abbiamo quattro edizioni:
-la prima: 1798.
-la seconda: 1802 (con consistenti novità).
-la terza: 1816 (a Zurigo).
-la quarta: 1817 (a Londra).


Si tratta di un'opera in continua evoluzione. Si tratta di un romanzo epistolare, autobiografico, psicologico.
1)È autobiografico perché Iacopo è una proiezione dell'autore stesso. Iacopo è un giovane studente che vive a Venezia. Si stabilisce sui colli Euganei, dove incontra Teresa di cui si innamora. Teresa però è decisa a sposare l'uomo che il padre ha scelto come suo promesso sposo. La madre di Teresa che non era d'accordo riguardo a questo matrimonio decide di andarsene. Iacopo deluso nei suoi sentimenti decide di peregrinare per l'Italia. Iacopo si rende conto di quanto sarà difficile unificare l'italia. In Iacopo c'è la delusione politica che si va a sommare alla delusione sentimentale. Quando viene a sapere del matrimonio di Teresa è deciso a suicidarsi, ma torna a Venezia, saluta la madre e incontra per ancora una volta Teresa.

Iacopo si uccide pugnalandosi al cuore (morte eroica) è un gesto di protesta e di libertà. (Questo è il contenuto della seconda edizione)
Nella prima edizione abbiamo sempre il personaggio (Iacopo) che si innamora di Teresa, che è una donna che ha già un'esperienza matrimoniale alle spalle e una figlia. Teresa sta per sposarsi con l'amore della sua giovinezza.( L'amore di Iacopo non è ricambiato).
Iacopo è deluso e straziato, ma non sappiamo come reagisce dato che il romanzo è incompiuto.
È presente una delusione sentimentale e politica. Il motivo politico diventa determinante. Chiaramente Iacopo è Foscolo.
È epistolare perché si tratta di una raccolta di lettere che Iacopo scrive all'amico Lorenzo Alderani, tutto viene raccontato in forma epistolare. Lorenzo dopo la morte di Iacopo si occupa di raccogliere queste lettere e di pubblicarle.
La maggior parte delle lettere sono di Iacopo a Lorenzo. Ci sono anche alcune lettere di Lorenzo a Iacopo, ma sono poche.

2)È psicologico perché la lettera di adatta a rappresentare la psicologia. È Iacopo che racconta le sue esperienze. Viene fuori il temperamento di Iacopo che è passionale, istintivo, mentre Lorenzo è molto più pacato e controllato.
C'è una contrapposizione tra Iacopo e Lorenzo. La scelta dei nomi Iacopo e Lorenzo non è causale: Iacopo rimanda a Rousseau (Giacomo), mentre Lorenzo dovrebbe rimandare a Lorenzo Sterne.

Sterne è un modello di scrittore molto più distaccato, ironico e pacato. Il carattere dei personaggi vuole essere legato ai nomi.
3)Il romanzo epistolare era un romanzo di gran successo del tempo. Foscolo segue le mode letterarie del tempo. I modelli di riferimento sono:
1) I dolori del giovane Werther di Goethe: l'opera è scritta da Goethe durante il periodo di adesione allo "sturm und drang".
2) La novella Eloisa.
3) La novella Pamela di Richardson.

Foscolo aveva presente questi modelli. I dolori del giovane Werther gli suggerirono la vicenda amorosa. Anche Werther come Ortis vive un rapporto conflittuale con la società. È un rapporto basato sul senso di disagio. La storia di amore di Werther è condizionata dalle difficoltà di inserirsi con gli altri, alla fine si suicida.
In Ortis invece lo scontro tra lui e la società è di tipo politico/storico patriottico (questa è la grande novità). Per quanto riguarda l'elemento politico l'autore di riferimento italiano è Alfieri. Iacopo si rifà ad Alfieri con il suicidio, ma tra i due c'è una differenza, mentre i personaggi di Alfieri lottano e muoiono per la libertà in senso assoluto, Ortis è calato in una precisa realtà storica. In Alfieri il contesto storico non è rilevante.
Alfieri è un modello per Foscolo (infatti scrive 3 tragedie). Però la miglior tragedia, l'unica degna di Alfieri, è il romanzo "Le ultime lettere di Iacopo Ortis".
Il giudizio espresso sull'opera è riduttivo. C'è un patos eccessivo, esagerato. È un'opera in cui domina il sentimento. Foscolo ha uno stile esagerato. Questo limite si può comprendere perché è un'opera giovanile.

Un motivo positivo per leggere l'opera è che ci sono tutti i motivi più importanti che verrano ripresi nelle opere successive: il tema del suicidio, del sepolcro, dell'amore, della bellezza, della poesia, della famiglia. Questi sono i più importanti motivi foscoliani. Sono 10 composizioni in esametri di lunghezza varia, il loro modello è la poesia pastorale ellenistica e soprattutto gli idilli di teocrito (poeta alessandrino del 3 secolo a.C fondatore del genere bucolico).

Hai bisogno di aiuto in Ugo Foscolo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email