Genius 17364 punti

Il re Torrismondo

Tasso aveva iniziato a comporre, tra il 1573, una tragedia dal titolo “Galealto re di Norvegia”, lasciandola interrotta al secondo atto.
Dopo una lunga segregazione in Sant’Anna, egli riprese il testo e vi introdusse vari cambiamenti trasformandolo ne “Il re Trossismondo” .
La tragedia, in 5 atti, intende presentare un ambiente nordico, dove la crudeltà e la barbarie dei personaggi trovano una corrispondenza nell’orrore della natura selvaggia e infida.
Il re di Svezia Germondo si innamora di Alvida, che il re di Norvegia ha cresciuto come una figlia.
Quest’ultimo non acconsente alle nozze e allora Germondo si rivolge all’amico Torrismondo, principe dei Goti, perché chieda in sposa la fanciulla col patto di passarla a lui.
Ottenuta la mano di Alvida, Torrismondo, s’imbarca con lei per la Gotia, deciso a rispettare la parola data all’amico. Ma i due giovani, gettati da una tempesta su un’isola deserta, cedono alla passione.
Torrismondo viene a sapere che Alvida è sua sorella e che, pertanto, egli ha commesso un incesto. Alvida non regge la rivelazione della verità e si uccide, seguita dall’amato.

Registrati via email