Stress di Stress
Sapiens 2255 punti

Ecco mormorar l'onde

Ecco mormorar l'onde
e tremolar le fronde
a l'aura mattutina e glarborselli
e sovra i rami i va-gh'augelli
cantar soavemente
e rider l 'oriente
ecco gi l'al b'appare
e si specchia nel mare
e rasserena il cielo
e imperla il dolce gielo
e gl'alti monti indora
o bella e vagh'aurora
l'aurora e tua messagiera
e tu de l'aura
ch'o gn'arso co ristaura.

Parafrasi:
Ecco risuonare le onde e oscillare le fronde e l'aria mattutina e gli arboscelli, e sopra i verdi rami gli uccelli cantare dolcemente e illuminarsi l'oriente: ecco già l'alba appare e il mare ne riflette la luce, e fa chiaro il cielo e la fresca rugiada copre di goccioline la campagna e ricopre le cime dei monti con uno strato d'oro. O bella e vaga Aurora, l'aria è annunciatrice del tuo apparire, e tu dell'aria che ristora ogni uomo.

Registrati via email