Sintesi del romanzo Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde di Robert Louis Stevenson


Una relazione del dottor Jekyll in chiusura del romanzo, la sua confessione finale, svela la ragione dei misteri e dei delitti succedutisi nelle pagine precedenti. In questo episodio viene sviluppato il tema centrale del romanzo, il dualismo tra bene e male tanto presente nella vita umana, che l’improbabile ritrovato del dottor Jekyll trasforma in una contrapposizione tra due personalità anche fisicamente diverse. Bene e male si “esteriorizzano” e il male, impersonato da Hyde, appare anche fisicamente brutto.
L’avvocato Utterson indaga ostinatamente su un inquietante personaggio, il signor Hyde, inspiegabilmente legato a un amico dell’avvocato, ricco e affermato dottor Jekyll. Hyde ha calpestato una bambina, ha ucciso un uomo, un’altra persona muore misteriosamente. Utterson teme che Hyde mediti di uccidere il dottor Jekyll per ereditarne le sostanze dopo averlo costretto a fare testamento in suo favore.
La lettura della confessione del dottor Jekyll svela il segreto: Jekyll e Hyde erano la stessa persona, uno sdoppiamento provocato da una sostanza chimica messa a punto dal dottor Jekyll. Progressivamente, Jekyll comincia a diventare Hyde anche senza assumere la pozione e a ritornare in sé con sempre maggiore fatica, e gli eventi precipitano.
Robert Louis Stevenson scozzese di Edimburgo, tentò gli studi in ingegneria nautica per poi passare a quelli giuridici. La sua vera vocazione però era scrivere e, trasferitosi sul continente, divenne presto famoso per le sue storie fantastiche e i racconti di viaggio.
Registrati via email