Ominide 12 punti
Questo appunto contiene un allegato
Controriforma, Manierismo e Barocco scaricato 8 volte

La controriforma ha inizio nel 1545 con il Concilio di Trento e termina nel 1690 con l’inizio dell’Arcadia, un movimento culturale che annuncia il 1700 con l’illuminismo.
Prima dell’Arcadia abbiamo:

-Il Manierismo dal 1520 al 1610
-Il Barocco dal 1610 al 1690

Il Manierismo rappresenta la continuazione dell’umanesimo (classicismo), mira al perfezionismo, esaspera i movimenti precedenti portandoli quasi alla rottura.
Durante questa epoca avviene un cambiamento di pensiero, la teoria dell’uomo al centro dell’universo viene smentita con la scoperta del sistema solare. Tutto ciò provoca nell’uomo un grande senso di smarrimento ed i potenti, per tenere a sé il popolo, usano le superstizioni.

Il Barocco è complesso e teatrale, presente principalmente in Italia, Francia e Spagna (molto poco in Austria e Germania), si contrappone ai paesi del nord, in cui è presente il protestantesimo.
Il Barocco è l’ultimo movimento importante in Italia, punta a stupire e meravigliare, rispecchia il più possibile la realtà cercando in ogni cosa il senso di smarrimento alla vita ed indicandolo con piccoli dettagli, (esempio un insetto in un cesto di frutta come allegoria dell’esistenza, indice della sua caducità e del timore della morte).

E’ stato a lungo messo da parte, solo dopo si è scoperto il suo vero valore. Si esprime in arte e letteratura, quest’ultima è poco apprezzata poiché fuori dalle regole dello stile classico. In letteratura Barocca troviamo sillogismi e giri di parole, ad esempio in “Donna che si pettina” di Gian Battista Marino, viene utilizzata l’espressione:
“Onde dorate, e l’onde eran capelli,
navicella d’avorio un dì fendea…”
per indicare l’atto di pettinarsi della donna.

Con il Barocco abbiamo inoltre la nascita del melodramma, dei virtuosismi vocali e delle voci bianche.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email