Seicento: età del barocco

Contesto storico-politico:
nel 600 in Europa ci sono guerre di religione tra cattolici e protestanti, attraverso le quali si verifica un rafforzamento dell'assolutismo politico e il sovrano assume un potere maggiore; il popolo di conseguenza ha sempre meno diritti. In Italia come in Europa ci sono molte guerre, la Spagna vive un periodo di decadenza, dato che si era preoccupata solo di spendere e non di investire le ricchezze provenienti dalle colonie americane. L'Italia, essendo sotto il governo spagnolo, vive a pieno questa crisi economica e viene sfruttata il più possibile, regredendo ad un'economia prevalentemente agricola (visto che i commerci marittimi si erano spostati dal mediterraneo all'atlantico).

Contesto ideologico:
grazie alla riforma protestante di Lutero, molti cristiani si convertirono al protestantesimo e di conseguenza la chiesa si indebolì e perse gran parte della sua autorità. Per tentare di evitare tale indebolimento, la chiesa divenne più vigile bloccando qualsiasi cambiamento e diffidando degli scienziati e dei filosofi, iniziando così una sorta di battaglia contro la scienza, poiché temeva che potessero essere messi in discussione alcuni dei più importanti dogmi su cui si basava, perciò molti scienziati vennero perseguitati e condannati come eretici.

Contesto storico-culturale:
in questo periodo in Italia si sviluppa una cultura barocca. Alcuni studiosi, specialmente francesi e tedeschi, fanno derivare la parola "barocco" dal portoghese "barroco" il quale, come lo spagnolo "barueco" e il francese "baroque", india una perla irregolare, non perfettamente sferica; altri, invece, tra cui gli italiani, lo considerano derivazione del termine filosofico "barocco" usato nella filosofia scolastica per indicare un tipo di sillogismo (=tipo di ragionamento) complicato nella forma e di modesto contenuto dimostrativo. Con tale termine si intende indicare gli aspetti bizzarri e irregolari, poco originali e poco "perfetti" dell'arte del Seicento, contrapposta a quella lineare e razionale del Rinascimento. In questo periodo l'uomo perde la fiducia in se stesso e diventa più fragile a causa delle innovazioni tecnologiche e delle scoperte scientifiche che smentiscono le credenze su cui si basava la civiltà ignorante del rinascimento. L'arte barocca si presenta come qualcosa di stravagante e maestoso; l'esatto contrario del rinascimento.

Registrati via email