Home Invia e guadagna
Registrati

Password dimenticata?

Registrati ora.

Galilei, Galileo - I seguaci e l'ipse dixit

Appunto contenente un breve riassunto de I seguaci di Aristotele e l'ipse dixit, tratto da Dialogo sopra i due massimi sistemi - seconda giornata.

E io lo dico a Skuola.net
Aristotele e l'ipse dixit

In quest'opera Galilei espone le argomentazioni riguardanti il sistema copernicano e quello tolemaico tramite i discorsi di tre personaggi: Salviati Sagredo e Simplicio.
La vicenda si svolge in quattro giorni la seguente pagina è tratta dal secondo giorno.
Narra di Simplicio che, rivolgendosi agli altri due ospiti, dice di aver riflettuto tutta la notte su ciò di cui si era discusso il giorno prima, e che si sentiva vincolato sulle autorità di molti scrittori, in particolare di Aristotele; mentre riferisce ciò interviene Sagredo dicendo di trattenere le sue risa perché gli è venuto in mente una situazione da lui vissuta, riguardanti proprio alcuni nobili, anche loro sostenitori di Aristotele. Salviati, interessato, gli chiede di raccontare la vicenda.
Sagredo comincia raccontando che si trovava, un giorno, a casa di un medico molto stimato a Venezia, dove molti studiosi e molti interessati di anatomia si recavano per osservare sezioni di cadaveri, essendo lui un pratico anatomista.
Accadde quel giorno che il dottore si stava occupando dell'origine dei nervi nel corpo umano. Il dottore sezionando il cadavere mostra ad un gentiluomo aristotelico, come i nervi provenissero dal cervello, via discorrendosi per la spina dorsale, fino ad arrivare al cuore.
l'aristotelico, dopo aver riflettuto intensamente rispose al dottore che se non fosse stato per Aristotele che sosteneva che i nervi nascessero dal cuore, lui avrebbe creduto che tutto ciò che gli era stato mostrato potesse essere vero.
Al termine della storia Simplicio, sostenendo che l'origine dei nervi non è ancora del tutto definita, e che ci sono persone che si persuade sulla conoscenza di questo fenomeno.
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare