Ominide 30 punti

Vita

Nato a Firenze nel 1432. Proviene da una famiglia nobile ma decaduta. Lavorò come scrivano e segretario personale presso Francesco Castellani.
1461: Cosimo il Vecchio de Medici lo accolse nella sua corte. Quì incontra Lucrezia Tornabuoni (madre del Magnifico) che lo protegge e gli commissiona il Morgante.
Ebbe una grande familiarità con Lorenzo il Magnifico: nel 1465 revoca il bando dalla città imposto per il fallimento della banca del fratello e tra il 1467 e il 1473 lo incarica di rappresentarlo nelle maggiori corti della penisola.
1473: Si allontana da Firenze e dalla corte dei Medici. Ci furono nuove persone (Poliziano, Pico della Mirandola) che cambiarono il clima della corte medicea. Se ne va e segue Roberto Sanseverino (capitano di ventura) nelle sue spedizioni in Italia del Nord.
1452: Muore a 52 per malaria.

Percorso letterario

- E' un intellettuale singolare: rappresenta una linea poetica e culturale a contatto con l'umanesimo ma le sue opere sono per molti aspetti divergenti;
- La sua formazione culturale viene elaborata quotidianamente;
- Nel 1459 incomincia a frequentare la corte Medicea. Istaura un rapporto di amicizia con Lorenzo il Magnifico che durerà tutta la vita.

Opere per date

1461-1482: Morgante;
1469-1474: La giostra di Lorenzo il Magnifico (poemetto in ottave); Beca da Dicomano (poemetto comico-satirico);
1479: Confessione (componimento in terzine); Lettere (testimoniano il rapporto sincero ma polemico con Lorenzo il Magnifico);

Struttura del Morgante

E' un poema in ottave. Riprende l'epica cavalleresca (ciclo carolingio) e la ridicolizza.
Effetto comico:

    - Esagera le situazioni;
    - Inserisce in situazioni tragiche e famose nuovi elementi comici;

Linguaggio:
Caratterizzato da: iperbole, grottesco, vivace, ricco di riferimenti popolareschi. L'obiettivo è quello di descrivere con il volgare letterario il mondo fantasioso e colorato.

Pulci utilizza i seguenti meccanismi della comicità:


    - Esagerazione: prendere alcuni aspetti della realtà e portarli a dimensioni inaudite (la realtà si deforma e tutto sembra grottesco);

    - Capovolgimento: descrivere una cosa attraverso ciò che essa non vuole essere;

    - Realismo della corporeità: esaltazione dei movimenti fisiologici (bere, mangiare, riposare). Nomina funzioni fisiche delle quali le raffinatezze culturali non parlano, c'è l'abbassamento satirico nei confronti dei valori che vogliono essere eleganti;

    - Meraviglioso: appartiene al meccanismo del capovolgimento e dell'esagerazione ma diventa autonomo quando crea situazioni così paradossali da provocare riso;

    - Beffa: situazione comica che provoca riso e burla (riso di chi gode, sofferenza di chi ha subito);

    - Morte: fa parte del ciclo naturale e dei ritmi della generazione quindi non può essere ignorata ma lui la ridicolizza (vedi la morte ridicola dei due giganti).

Registrati via email