La vita di Lorenzo de'Medici

Lorenzo de'Medici nacque a Firenze nel 1449 da Piero di Cosimo e Lucrezia Tornabuoni.
Fin dall'adolescenza frequentò i più noti letterati fiorentini e fu amico di Luigi Pulci, con il quale condivise l'amore per la poesia e lo spirito giocoso.
Nel 1469 sposò la nobile Clarice Orsini e nello stesso anno, morto il padre, assunse il governo di Firenze; sotto il suo impulso, la città godette di alcuni decenni di pace
e di prosperità e si arricchì di splendidi monumenti.
Anche per questo Lorenzo si meritò l'appellativo di "Magnifico".
Nel 1478 sfuggì alla congiura dei Pazzi, la famiglia fiorentina che contendeva i potere ai Medici (nell'attentato perse la vita invece suo fratello Giuliano), ma la salute

malferma lo condusse comunque a una morte precoce nel 1492.
Protettore di artisti, poeti e filosofi, Lorenzo diede vita a un vero e proprio cenacolo letterario animato da intellettuali quali Luigi Pulci, Cristoforo Landino, Marsilio
Ficino, Angelo Poliziano, Pico della Mirandola, e fu lui stesso scrittore e poeta.

Registrati via email