sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

Il Secretum

Una tra le Opere fondamentali di Francesco Petrarca vi è il “Secretum”, “segreto”, un Dialogo Filosofico tra lui e Sant’Agostino, dove viene illustrata una lotta tra il Mondo Terreno e quello Spirituale.
Il titolo ha proprio come significato “segreto”, poiché il Petrarca non riusciva a spiegare il motivo per il quale egli non riuscì mai ad abbracciare completamente la Spiritualità.
È un’opera suddivisa in tre libri e scritta in Latino, visto che per Petrarca il Latino era la lingua da usare per scrivere testi d’importanza; cercherà comunque di far valorizzare il Volgare con altre sue opere.
Il testo venne scritto da Petrarca in un periodo di sua crisi dal punto di vista religioso.
Il Dialogo tra Petrarca e Sant’Agostino, introdotto poiché modello di vita e guida spirituale dello stesso Petrarca, si svolge alla presenza di una donna bellissima, rappresentante la verità.

Sant’Agostino illustra a Petrarca come superare il peccato e gli consiglia di reagire alla malinconia che lo avvolge; Petrarca si pone quindi l’obiettivo di purificarsi di tutti i suoi peccati ed arrivare senza colpe da Dio.

Il Canzoniere

Il Canzoniere è una raccolta di Liriche scritte da Francesco Petrarca, che corrispondono a fatti accaduti durante tutto l'arco della sua vita. Questa serie di opere prende il nome "Canzoniere" poiché appunto da queste opere prevalgono Poesie e Canzonette.
I temi trattati sono in parte diversi rispetto al precedenti autori, infatti Petrarca tratta il tema della Psicologia, oltre a trattare anche dell'amore, mentre d'altra canto ritorna allo stile classico nell'impostazione, ossia quello usato dagli Stilnovisti e quindi da Dante.

Come detto Petrarca tratta la tematica dell'Amore, e lo fa attraverso l'introduzione nelle liriche della sua donna amata, Laura, incontrata in una Chiesa di Avignone.
Questo tema viene introdotto da Petrarca anche per trattare della spiritualità dell'anima; oltre all'Amore vi sono anche tematiche Politiche, troviamo però anche Canzonette Filosofiche, basate sul tema della Natura.

I Trionfi

I Trionfi sono un Poema Allegorico scritto in Volgare da Francesco Petrarca.
L’Opera è composta da sei capitoli, in ognuno dei quali viene trattata sotto un punto di vista didattico un “trionfo”, ossia il trionfo dell’Amore, della Pudicizia, della Morte, della Fama, del Tempo e dell’Eternità.
Tutte queste figure allegoriche vengono impersonificate da figure femminili e hanno alcuni elementi simbolici che le identificano, come, ad esempio (anche se qua Petrarca non la mette), la Fortuna è rappresentata con una benda sugli occhi.

Queste figure rappresentano in maniera allegorica la vita umana, dalla lotta contro le passioni fino al raggiungimento della spiritualità.

In sé l’pera è, come già detto, un Poema con all’interno parti di Prosa esplicative, parti particolarmente pesanti non essendo poetiche.

Quest’opera nasce dal desiderio dello stesso Petrarca di emulare la Divina Commedia, ossia di creare un’opera purificatoria; comunque in quel periodo (metà del 1300) era piuttosto numerose quelle opere che erano una sorta di copia dei concetti espressi da Dante nella sua Divina Commedia, ma nessuna di queste riuscì mai ad eguagliare la grandezza dell’opera di Dante.

Hai bisogno di aiuto in Petrarca?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email