Francesco Petrarca
Vita
Nasce ad Arezzo nel 1304, il padre, un notaio di Firenze è esiliato dalla sua città per motivi politici e pochi anni dopo trasferisce anche la sua famiglia nei pressi di Avignone.
Dopo aver studiato legge alle facoltà di Montpellier e di Bologna, Petrarca viaggia in tutta Europa al seguito di nobili o alti prelati. Intanto si dedica con grande passione allo studio di autori latini e scrive le sue opere spesso rifugiandosi, alla ricerca di tranquillità, nella sua casa di Valchiusa, vicino ad Avignone.
Muore ad Arquà, presso Padova, nel 1374.

Le opere
Petrarca ha scritto la maggior parte delle sue opere in latino; tra queste ricordiamo:
* Epistole, lettere che lo scrittore indirizzava ad amici e famigliari ma anche immaginava di inviarla ai grandi autori latini
* il poema Africa, in cui narra la seconda guerra punica combattuta dai Romani contro i Cartaginesi;

* il Secretum in cui il poeta immagina un lungo colloquio con Sant'Agostino un pretesto per parlare della sua fede, delle sue passioni terrene, del significato della vita e della morte
* I trionfi, un poema allegorico in cui canta il trionfo della morte sull'amore, sulla fama , sul tempo e sull'eternità.
* La sua opera più nota, il Canzoniere, è invece scritta in lingua volgare.

Il Canzoniere
Il canzoniere è una raccolta di 366 componenti poetici, sopratutto sonetti, scritti in onore di una giovane donna, Laura, che Petrarca ha conosciuto ad Avignone, morta di peste nel 1348.
I tempi principali sono il suo amore per Laura, amore infelice e non corrisposto, l'ansia religiosa, il senso del peccato e dell'umana debolezza, la provvisorietà dei piacere terreni,la brevità della vita.

Registrati via email