Mito 72506 punti

Commento alla poesia Nessuno di Quasimodo

In questa poesia Salvatore Quasimodo, ha voluto esprimere profondamente la sua solitudine, nel senso che, oltre il titolo stesso della parola, si celano anche parole, espressioni, elementi fonici, che ci fanno percepire il suo stato d'animo; come per esempio, "le strade son buie", "cuore di tristezza": quest'ultime suscitano delle sensazioni di tristezza e malinconia.
Cuore di tristezza, costituisce una figura retorica, quale secondo me, la sinestesia che consiste nell'associare, all'interno di un'unica immagine, nomi, aggettivi appartenenti a sfere sensoriali diverse.
Anche, per esempio, il significato connotativo, cioè soggettivo ed emotivo, dell'espressione "le strade son buie" sta a significare, appunto la solitudine, nel senso che, forse, il poeta ha scritto quest'espressione mentre pensava ai suoi momenti di profonda solitudine.

Io ritengo questa poesia del tipo per lo più, riflessiva in quanto il poeta mentre scrive riflette sulla sua vita, sulle sue attività, sulle sue compagnie.
Ed è questo il punto, che io ritengo per lo più interessante e cioè quello del riflettere che a volte non si ha nessuno col quale confidarsi, una spalla su cui piangere, ecco.

Registrati via email