L’esperienza della guerra e le sue conseguenze scritta da Wilfred Owen e Jacques Prévert

Il giovane studente inglese Wilfred Owen, come Ungaretti, parte per la Prima guerra mondiale con entusiasmo e desiderio di combattere per la propria patria. Ma anche per lui l’esperienza della guerra sarà devastante.
Il libro di poesie che da essa nascerà è un’accusa durissima contro la crudele stupidità di quel massacro. In Dulce et decorum, una delle poesie più famose della raccolta, viene descritto con crudo realismo un attacco con i gas asfissianti. Fra i giovani soldati inglesi che strisciano nel fango uno non riesce a mettere in tempo la maschera antigas ed è trascinato via ridotto a un grottesco manichino. Il linguaggio di Owen descrive la scena con durezza e precisione, ottenendo un effetto di iperrealismo che richiama la pittura più moderna e trasgressiva dello stesso periodo.
Wilfred Owen inglese, partecipò come volontario alla Prima guerra mondiale, e fu ucciso dal fuoco nemico negli ultimi giorni prima dell’armistizio. Nei suoi versi, raccolti in Poesie di guerra, egli esprimere sentimenti antiretorici e antimilitaristi e presenta una guerra ben diversa da quella della propaganda militare del tempo.

Scritta subito dopo la Seconda guerra mondiale, Barbara condanna la guerra in maniera irrevocabile, non raccontando le sue atrocità ma evocando una dolce storia d’amore che la guerra ha spezzato “Addio di innamorati sotto la pioggia”. Prévert si rivolge direttamente alla ragazza che ha intravisto nella Brest di prima della guerra e della quale ha intuito la felicità. Ora la guerra ha travolto tutto. Brest è distrutta dalle bombe. L’uomo che Barbara ha abbracciato sotto la pioggia probabilmente è morto. Non c’è più posto sulla terra per la freschezza e l’amore. Esplode nella parola poetica una durissima condanna per la guerra, che distrugge tutto ciò che è tenero e appassionato.
Jacques Prévert è forse il poeta francese del Novecento più conosciuto a livello popolare. Le sue poesie sono infatti scritte nel linguaggio vivace e immediato della strada, ricche di immagini fresche e accattivanti, estremamente cantabili; esse propongono temi di interesse sociale, come la giustizia, la condanna della guerra, la libertà, la felicità individuale e collettiva.
Ha scritto anche le sceneggiature di film realizzati da vari registi, tra cui il grande maestro del cinema francese Marcel Carné.

Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email