Sapiens 2037 punti

Non approfondire

Il racconto parla di un uomo che viene lasciato dalla moglie tramite una lettera. Il protagonista non capisce il motivo di tale gesto e inizia così a ripercorrere mentalmente la vita coniugale con Agnese. Dal suo punto di vista sembra tutto perfetto ma chi legge capisce, come tutti i personaggi del racconto tranne il protagonista, le ragioni della moglie. Il marito infatti era un maniaco delle faccende domestiche tanto che all’inizio, prima di leggere la lettera della moglie, preferisce perdere tempo con un tappeto. La donna oltretutto non aveva mai un po’ di spazio per lei visto che a casa il marino le stava sempre dietro annoiandola con discordi “casalinghi”, come li chiama lui, e accompagnandola sempre ovunque andasse, tanto da farle passare la voglia di fare le cose. Ma il protagonista pensa invece di essere un modello di marito, che a sua moglie non faceva mancare nulla, soprattutto la compagnia, continuando a non capire il motivo dell’abbandono da parte di Agnese. Decide così di andare dal padre per chiedergli la sua opinione sul comportamento della donna, ma egli preferisce dissuadere il figlio nel cercare le motivazioni di quel gesto. Non sapendo cosa fare e ancora con quel dubbio nella mente, prova ad andare a cercare la moglie a casa della madre. Quest’ultima lo accoglie, ma dopo averlo ascoltato, pure conoscendo il perché del comportamento della figlia, lo accompagna alla porta lasciandolo con il suo dubbio. Il protagonista rimane così in attesa del ritorno della moglie che pensa di riaccettare in casa solo dopo che gli avrà spiegato le sue ragioni, che solo lui ancora non ha capito.

Registrati via email