blakman di blakman
VIP 9176 punti

La guerra che verrà

La guerra che verrà
non è la prima. Prima
ci sono state altre guerre.
Alla fine dell’ultima
c’erano vincitori e vinti.
Fra i vinti la povera gente
faceva la fame. Fra i vincitori
faceva la fame la povera gente
egualmente.

Il poeta e drammaturgo tedesco Bertolt Brecht iniziò la sua attività di scrittore nel primo dopoguerra e,dato il suo impegno in difesa della classe operaia e dell'internazionalismo socialista,nel 1933,con l'avvento del nazismo,fu costretto all'esilio prima in Francia,poi in Danimarca,Finlandia,Unione Sovietica e Stati Uniti.L'assurdità della guerra,che priva l'uomo della sua dignità e della stessa vita solo per arricchire ristrette oligarchie militari e industriali,è il tema di fondo di questo componimento realizzato alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale.

Registrati via email