Sapiens 2037 punti

Il camionista

Il protagonista di questa storia è, anche se dalla sua descrizione fisica non si direbbe, un camionista, che aveva come compagno un certo Palombi, un vero bruto e quindi un camionista perfetto. Fu con lui che il protagonista, lungo il tratto Roma - Napoli, incontrò Italia, una ragazza provocante, che nonostante l’ordine contrario, iniziò a viaggiare con loro lungo quel tragitto, avendoli convinti a farsi dare un passaggio. Il protagonista e la ragazza, che ormai aveva iniziato a fare quella strada con loro da Roma a Terracina due o tre volte la settimana, cominciarono a scambiarsi alcune tenerezze che fecero la felicità di lui, che aveva finalmente una donna a cui pensare. Palombi non si accorse di nulla o finse di non accorgersene, ma non si lamentò mai della presenza di Italia nel loro viaggio. Il protagonista era molto preso da questa ragazza e le dedicò la scritta “viva l’Italia” sul suo camion, che tanto non sarebbe stata capita per il suo vero significato. Una sera dopo l’arrivo a Napoli, i due camionisti devono ripartire senza riposarsi, ma durante il ritorno presi da sonno escono di strada e nell’aspettare la macchina dei soccorsi decidono di andare a Terracina, dove avevano lasciato Italia all’andata, per cenare e riposarsi un po’. Si recano in un’osteria e sbirciando sotto una serranda mezza chiusa vedono Italia, che lavorava lì, baciarsi con il proprietario, un gobbo. I due allora se ne vanno. Il protagonista commentando quello che aveva appena visto scopre che anche il compagno era rimasto colpito perché anche lui aveva una storia con la ragazza. Ma il protagonista tenne per sé il dolore, che durò per un bel po’ di tempo, e che lo spinse a cambiare mestiere.

Registrati via email