Mito 2715 punti

La vita e le opere di Alfonso Gatto

Scrittore, poeta e giornalista italiano, uno dei più agguerriti sostenitori dell'Ermetismo italiano, Alfonso Gatto nasce a Salerno il 17 Luglio 1909 e muore a Capalbio l'8 Marzo 1976.
Nella città natale inizia il suo percorso di formazione, si trasferisce a Napoli per frequentare l'Università, ma le condizioni economiche della sua famiglia non gli consentono di proseguire gli studi, si dedica, così, a svariati lavori.
Nel 1932 pubblica la sua prima opera Isola , nella quale emergono i tratti salienti di una scrittura ermetica. Nel 1936 viene arrestato per il suo antifascismo.
Ha collaborato con numerose riviste come Italia letteraria, Rivista letteratura, Ruota; nel 1938 fonda con Vasco Pratolini la rivista Campo di Marte, nata come quindicinale, ma chiusa dopo un anno, che faceva riferimento all'Ermetismo italiano.
Del 1941 è la nomina a professore di Letteratura italiana presso il Liceo Artistico di Bologna e di inviato per L'Unità.
Dal 1940 al 1941 si dedica alla riscrittura di testi composti precedentemente, che confluiranno in Poesie . Del 1944 è il testo Amore della vita.
Vince il "Premio Bagutta" nel 1955 con La forza degli occhi.
Postume sono le opere: Rime di viaggio per una terra dipinta e Desinenze

Registrati via email