Sapiens 2037 punti

La bella serata

Il protagonista del racconto parla di una serata passata con alcuni amici: Amilcare con la moglie Adele, la loro nipote Gemma, Remo e Sirio. Il primo, per risparmiare su ciò che avrebbe dovuto pagare per il ristorante, decide di portare tutti nella “Trattoria Africa” della quale diceva di conoscere il proprietario. Appena entrati tutti si accorgono dello squallore del locale dove addirittura faceva così freddo da dover stare con il cappotto. Seduti ad un tavolo arriva il momento delle ordinazioni, dove si scopre anche che Amilcare non conosceva affatto l’oste,e peraltro c’era un menù molto ristretto. Tutto ciò che viene ordinato è poco e senza sapore. Gemma trova perfino uno scarafaggio nella pasta. Dopo qualche lamentela vengono servite le uniche cose buone della serata, vino e panettone, entrambi non provenienti dalla trattoria. A fine serata Remo, per far colpo su Gemma, inizia a cantare e un gruppo di uomini che stava chiacchierando con l’oste, inizia a deriderlo. Sirio inizia a rispondere al gruppo e la discussione diventa così animata che Amilcare, già innervosito per la serata, parte a picchiarsi con un ragazzo di quel gruppo. Il tutto finisce con l’arrivo delle guardie, Amilcare ferito, le lamentele delle donne e Remo, Sirio e il protagonista che pagano il conto. Infine, come se non bastasse, una volta usciti dal locale, ad Amilcare arriva in testa una busta di rifiuti per i gatti e gli altri sono costretti a tenerlo a forza per evitare che torni a prendersela con l’oste.

Registrati via email