Habilis 2507 punti

Avanguardie - Le caratteristiche

Il Futurismo è un movimento letterario che nasce nel 1909 grazie a Marinetti, l'autore del manifesto futurista. E' chiamato cosi perché è proiettato in un'epoca futura e si basa sui seguenti principi:
- Rifiuto del passato;
- Rifiuto dell’ambiente letterario dell’epoca;
- Rifiuto del mercato culturale: vuole avviare nuovi cambiamenti nell'ambito pittorico e scultoreo.
Esalta:
- La prima guerra mondiale che è considerata come “igiene del mondo”;
- Esalta il nazionalismo;
- Disprezza la donna debole;
Il poeta futurista disprezza il pubblico, ma chiede ai borghesi di andare a vedere i propri spettacoli teatrali.
La letteratura futurista inoltre:
- Distrugge la sintassi, facendo uso di parole libere;
- Utilizza verbi all’infinito;
- Abolisce l'aggettivo e l'avverbio;

- Abolisce la punteggiatura;
- Utilizza le analogie, le sinestesie;
- Abolisce la letteratura dell’IO.

Il dadaismo nasce in Svizzera nel 1918 grazie a Tzara, un intellettuale romeno. Questo movimento va contro le norme. L’umanità liberata deve definitivamente affrancarsi dalle norme che il potere usa per sottometterla e schiacciarla. Solo con l’arte è possibile fare ciò, perché è uno strumento di liberazione.

Il surrealismo nasce in Francia nel 1924 da parte di Andrè Breton. Surreale è l’artista che accetta le teorie di Freud, ovvero sogno ed inconscio. Il sogno è pieno di mostri ed incanti tutti umani e il contenuto deve essere usato nell’arte. Il più grande pittore surrealista, Salvator Dalì usò nelle sue opere questo principio.

Il crepuscolarismo è invece un'avanguardia italiana. Nato nel primo decennio del 1900 da parte di Antonio Borgese.
I poeti si caratterizzano per questi aspetti:
- Hanno un grado zero della scrittura;
- L’argomento è minimo, quotidiano, delle piccole cose;
- Il poeta è uno sventurato, ovvero è marginale;
- Hanno il gusto per il difforme o per il malato.

Hai bisogno di aiuto in Autori e Opere 900?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email