Erectus 2101 punti

I discorsi sopra la prima deca di Tito Livio

I Discorsi sopra la prima deca di Tito Livio furono iniziati nel 1513, ripresi tra il 1515 e il 1517 e conclusi nel 1518.
L’opera si presenta coma una serie di riflessioni a partire della Prima deca , ovvero i primi dieci libri della storia romana, scritti da Tito Livio . Questi hanno lo scopo di fornire principi di base sui quali sui quali costruire una teoria politica.
L’opera è suddivisa in tre libri:
-Libro I: dedicato alla politica interna si sofferma sull’ instrumentum regni, ovvero l’importanza della religione pagana che portava il cittadino a considerarsi parte dello stato.

-Libro II: dedicato alla politica estera.

-Libro III:considerala grandezza di Roma grazie all’azioni di personaggi illustri, inoltre il processo di trasformazione ed evoluzione degli stati in genere qui insiste molto sui riferimenti alla crisi fiorentina.

Machiavelli accetta solo due forme di stato:

-Il principato:controllato dal popolo o dalla borghesia, secondo il modello francese.

-La repubblica mista: sulle impronte dell’antica Roma, in cui regna l’equilibrio tra crisi diverse.

Tra le due forme di stato Machiavelli predilige la repubblica ma in entrambi i casi esclude degenerazioni del potere in tirannide , oligarchia anarchia.

Registrati via email