Ele;) di Ele;)
Ominide 12 punti

Riassunto breve sulla vita di Pirandello

Luigi Pirandello nacque nel 1867 ad Agrigento da una famiglia agiata che possedeva una miniera di zolfo. Studiò al liceo classico di Palermo, poi si iscrisse alla facoltà di Lettere. Di qui passò nel 1887 all'università di Roma, poi a quella di Bon. Qui approfondì la conoscenza della letteratura tedesca, in particolare Goethe. Al suo ritorno dalla Germania sposò Antonietta Portulano, dalla quale avrà tre figli. Con la moglie si trasferì a Roma dove conobbe Luigi Capuana. Nel 1893 pubblicò il suo primo romanzo, L’esclusa. Nel '97 iniziò a comporre drammi per il teatro. Nel 1903 iniziò un periodo difficile per lo scrittore: la miniera di zolfo dove il padre aveva investito tutti i risparmi di famiglia e dove fu investita anche la dote di Antonietta, crollò. La donna, venuta a conoscenza di ciò che era accaduto alla miniera, e del futuro dissesto finanziario della famiglia, fu colpita da una crisi nervosa che si trasformò in malattia mentale.

Mentre assisteva la moglie, Pirandello scrisse Il fu Mattia Pascal.
Nel 1908 pubblicò il saggio L’umorismo. E per soddisfare le ingenti richieste del compagnie teatrali, traspose le sue opere in commedie.
Nel 1919 Pirandello fu costretto ad internare la moglie.
Nel 1924, per continuare la carriera si iscrisse al partito Fascista.
Nel 1926 pubblicò il romanzo Uno, nessuno e centomila. Nel 1934 ricevette il premio Nobel per la letteratura. Due anni dopo morì.

Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email