Sapiens 3012 punti

Luigi Pirandello - Poetica

Luigi Pirandello ha una formazione verista. Inoltre, ha un forte interesse per la psicologia e gli studi di Alfred Binet sulla alterazioni della personalità.
Durante il corso della sua vita si interessa allo studio della sociologia, dal quale apprende che la vita scorre in continuazione, senza pause e senza un preciso scopo. Da questi studi deriva anche l'idea e il concetto di relativismo conoscitivo (non esiste verità oggettiva, ma solo valutazioni soggettive).
Secondo Luigi Pirandello la vita è un continuo correre, inafferrabile e inconoscibile. Ad esempio, un treno non aspetta i passeggeri in ritardo, parte ugualmente all'orario stabilito. Il passeggero ritardatario non potrà più prendere quel treno e sapere cosa sarebbe accaduto una volta salito.
La vita dell'uomo si basa sul relativismo conoscitivo, sul disagio esistenziale, sull'impossibilità di comunicare e sulla crisi d'identità.

Gli esseri umani, per avere qualche consistenza, fissano la vita in una forma che rappresenta la fissità, la morale comune e la rigidità.
Ne deriva, quindi, il contrasto tra vita e forma.
L'uomo per adattarsi alle convenzioni imposte dalla società è costretto ad indossare delle maschere. Se l'uomo intende liberarsi da queste maschere deve ricorrere alla follia.
La follia, quindi, rappresenta l'unica salvezza per gli esseri umani che vogliono essere liberi.

Foto e Video su Pirandello

Registrati via email