Habilis 683 punti

Pirandello e la crisi dei valori

Per parlare della letteratura italiana del novecento non si puó non partire da tre geni del Novecento come Einstein, Freud, Bergson perché attraverso le loro teorie e scoperte cadono tutte le certezze che avevano caratterizzato la conoscenza passata.
La crisi dei valori del positivismo già prima contestata viene portata alle estreme conseguenze. I decadenti si erano ancora aggrappati ai miti moderni ( superuomo, fanciullino), avevano salvato la possibilità attraverso esperienze personali di entrare a contatto con l'essenza delle cose. Gli autori del Novecento sanno che non é più possibile neanche questa esperienza elitaria.
Cosa ha contribuito?
Bergson ci dimostra che esistono due modi di intendere il tempo:
- fisico ( esteriore), momenti tutti uguali che si susseguono monotoni
- tempo interiore, in cui passato e presente si compenetrano, il tempo dei ricordi ( Pirandello= continuo fluire della vita)

Einstein con la teoria della relatività , dove spazio e tempo sono relativi. ( Pirandello= tutto relativo)
Freud ci dimostra che l'uomo non é solo razionalità ed esistono azioni che sfuggono a questo controllo, avvento della psicoanalisi.

Luigi Pirandello
Come può essere classificato Pirandello?
- secondo alcuni critici Pirandello è ancora un decadente, perché per lui non è possibile una conoscenza oggettiva della realtà;
- però Pirandello va anche oltre, perché dice che non solo non si può conoscere l'oggettivo, ma anche il soggettivo,
la follia, l'irrazionalità, fenomeni assolutamente imprevedibili quanto rari, aiutano a capire il mondo.
- è al centro di molte opere, mentre non è un caso che la famiglia sia un incubo e una prigione da cui fuggire.

Teatro
Il teatro è sicuramente uno degli ambiti principali in cui Pirandello si applica. Il rapporto col teatro è simile a quello del tedesco Brecht, infatti come lui si pratica l'estraniamento. La vita è un continuo fluire (come il magma) ma gli essere umani hanno bisogno di certezze finite e quindi tendono a cristallizzare la vita assumendo una maschera diversa per ogni occasione, è come un teatro nel teatro.

Sentimento del contrario
Vi è una differenza per Pirandello fra umorismo e comicità.
Quando per esempio vediamo una signora anziana tutta agghindata da giovincella ci facciamo una risata perchè la situazione è diversa dall'ordinario, ma è una risata sterile, che si esaurisce come è cominciata e che non ci provoca nessuna riflessione. Qunado però scopriamo che costei si atteggia così per trattenere un marito ben più giovane di lei la nostra risata diventa amara e ci ritroviamo a riflettere sul suo destino triste: è questo l'umorismo e più precisamente il sentimento del contrario.

Foto e Video su Pirandello

Hai bisogno di aiuto in Luigi Pirandello?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email