Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Età cortese - Romanzo cavalleresco

appunto sul romanzo cavalleresco. Nel testo si spiega come il concetto di cortesia trova la due diverse espressioni narrative nel Nord e sud della Francia: il romanzo cortese cavalleresco e le liriche, nella poesia dei trovatori

E io lo dico a Skuola.net
Romanzo Cavalleresco
Il concetto della cortesia (e amor cortese) trovò espressione nel Nord della Francia in forme narrative nel romanzo cortese cavalleresco (in lingua d’oil) mentre nel sud prese vita in forme liriche, nella poesia dei trovatori (lingua d’oc).
Caratteristiche del romanzo:
* L’amore ha un ruolo preponderante, assume le forme dell’amor cortese.
* Privo di ogni referente storico, tratta materie puramente leggendarie.
* Domina un meraviglioso di tipo fantastico e fiabesco (basato su antiche leggende celtiche).
* Dominano tendenze centrifughe: i cavalieri partono a caso in cerca di avventure; l’avventura li allontana di continuo dal sovrano e li spinge a peregrinare in luoghi remoti e fantastici, selve, castelli, fontane fatate; l’avventura serve al cavaliere per provare se stesso, il suo valore, la forza, lealtà negli scontri o duelli, o salvare una donzella in pericolo.

Struttura
* Aperta (le storie potevano susseguirsi all’infinito), si ha uno sviluppo più rapido e dinamico ricco di colpi di scena.
* Uso dell’ottonario a rima baciata, agile e scorrevole.
* Più piacevole delle canzoni di gesta.

Gli autori sono chierici colti che vivono nelle corti feudali sotto la protezione di grandi signori.
L’autore più significativo del romanzo cortese cavalleresco è Chretien de Troyes.
Registrati via email