La novella e Il racconto

Verso la seconda metà dell’Ottocento si diffuse un tipo di Novella intesa come rappresentazione realistica di scene di vita vissuta. Nell’ambito della letteratura del 900, la Novella è stata chiamata più comunemente “racconto”: non vi sono pertanto rilevanti differenze stilistiche tra questi due tipi di narrazione. Una novella ci racconta in poche pagine situazioni indimenticabili e ci delinea con pochi tratti personaggi molto incisivi, per nulla inferiori ai protagonisti delle grandi opere.

L’ambiente


    1. I cambiamenti di scena ( cioè di luoghi e di tempi ) sono meno frequenti rispetto a quelli di un romanzo.

    2. I luoghi descritti possono essere reali, verosimili, immaginari.

    3. I tempi possono essere recenti o passati, contemporanei o no all’autore, espressi in ordine cronologico oppure per mezzo di anticipazioni e flash-back..

I personaggi


    1. Il numero dei personaggi è piuttosto limitato, può anche esservene uno solo.
    2. La caratterizzazione dei personaggi può essere svolta in vari modi, attraverso:

      - La descrizione del narratore;
      - La descrizione effettuata da un altro personaggio;
      - Le azioni dei personaggi;
      - I loro discorsi o le loro riflessioni.

La trama


    1. L’intreccio dei fatti è generalmente piuttosto semplici, essendo costituito da vicende che ruotano intorno a un solo tema o a una sola situazione. In molti casi vi è poca azione, poiché l’autore privilegia la descrizione dell’ambiente e l’analisi psicologica dei personaggi.

Registrati via email