ely90 di ely90
Genius 4638 punti

I nodi concettuali dello Stilnovismo, corrente letteraria, affermatasi tra il 1280 e il 1310, sono essenzialmente due:

1- La Donna angelicata, creatura divina che viene sulla terra per portare benefici agli uomini e permette una sacralizzazione dell’amore stesso, che altrimenti sarebbe stato visto dalla Chiesa come meramente peccaminoso. Ella non è più la “domina” della poesia precedente, ma diviene elemento di conciliazione fra sacro e laico, anche se non è ancora cristianizzata in toto.

2- Una identità tra amore e cuor gentile ovvero gli Stilnovisti, provenendo dalla classe media avevano bisogno di un’identità letteraria, avendo già un’identità sociale derivante dai negozia politici come burocrati del Comune. Per la promozione letteraria, non avrebbero potuto coniare una nota di merito migliore se non appunto quella che la nobiltà sia insista nell’animo…e non più nei natali altolocati.

La definizione di “Stil Nuovo” è di matrice dantesca... inserita per indicare la nuova scuola poetica che segna il passo dopo i Guittoniani (considerati per altro come “rimatori di transizione”). Mentre il dato contenutistico è nella novitas della donna angelica e nella corrispondenza tra amore e cor gentile, il dato formale è nell’aggettivo dolce: esso fa riferimento ad un registro espressivo più morbido e duttile, di tensione mimetica rispetto alla facilità dei contenuti.

Registrati via email