Ominide 212 punti

La letteratura in prosa del Duecento

La prosa volgare, nacque intorno alla metà del Duecento, quando si ebbe la formazione di una borghesia che, per necessità pratiche, si accostava sempre più alla cultura. Ma se all'inizio la prosa fu usata solo per esigenze pratiche, più tardi si estese in ambiti culturali sempre più ampi. Nacquero così molte opere in prosa di carattere morale, novellistico e storiografico.
Tra le prose originali del Duecento ricordiamo "il Novellino". Si tratta di una raccolta di cento novelle, scritte da vari autori, ma messe insieme da un unico raccoglitore fiorentino anonimo. Le fonti delle novelle sono varie: francesi, provenzali, classiche, medievali. La raccolta appare quindi diversificata nei contenuti, i toni narrativi sono differenti fra loro.
Il messaggio del Novellino è: di offrire dei modelli di vita e di comportamento sotto forma di una narrazione divertente e piacevole.

Il maggior aspetto positivo dell'opera consiste nel suo valore artistico, nella freschezza e vivacità della lingua, schiettamente toscana.

Registrati via email