Ominide 208 punti

La Cultura Cortese e la Nascite Delle Lingue Romanze

La formazione delle lingue romanze

La formazione, nel periodo medioevale, della cultura europea è legata all'affermazione delle lingue volgari romanze.
Si tratta di una letteratura laica diretta non solo ai dotti ma a un pubblico più largo.
Il latino volgare, cioè parlato dal popolo, inizia a differenziarsi dalla lingua scritta.
Si tratta di un processo molto lungo.
Risalgono infatti al IX secolo i primi documenti scritti che attestano la presenza di nuove lingue volgari.
I primi documenti in volgare in Italia sono l'Indovinello veronese e il Placito di Capua.
Nei primi secoli del medioevo emergono nuovi soggetti politici e culturali.
Un posto importante spetta alle corti feudali di Francia il cui protsgonista assoluto era il cavaliere.
A queste corti sono legate le origini della cultura in volgare.

In questo ambiente nasce infatti la letteratura cortese da cui si sviluppano la chanson de geste, il romanzo cavalleresco e la lirica colta.

Chanson de geste

Tra i nuovi generi letterari si afferma l'epica costituito da opere anonime in versi che raccontano le gesta di eroi e veniva tramandata oralmente.
In area romanza nasce e si diffonde la chanson de geste, componimenti in strofe di misura variabile incentrati sulla figura di Carlo Magno e dei suoi dodici paladini.

Il romanzo cavalleresco

Intorno alla metà del XII secolo si afferma il romanzo cavalleresco una narrazione in versi destinato ad una lettura privata.
Al centro dell'opera non ci sono più eventi storici determinanti per la comunità, bensì vicende eroiche di singoli cavalieri.
Protagonista del romanzo medioevale è il cavaliere che si definisce in base ai concetti di avventura e di ricerca.
Le avventure del cavaliere soni fatte di una successione di scontri tanto con i nemici della fede cristiana quanto con creature magiche, la narrazione si struttura intorno a una vicenda amorosa che motiva e sostiene tutte le imprese dell'eroe.
I romanzi medioevali possono essere distinti, in base alla materia che trattano in due filoni; uno costituito dai romanzi antichi nei quali si recuperano miti e materiali epici del mondo classico e l'altro quello del ciclo bretoriano centrato sulla storia e su leggende dell'Antica Bretagna.

La Lirica d'Amore Provenzale

Nelle corti del sud della Francia nasce fra il XI e il XII secolo la poesia lirica europea in lingua volgare: la poesia cortese.
Si tratta di una produzione lirica composta in provenzale in lingua d'oc.
Gli esecutori di queste liriche sono i menestrelli o i giullari.

L'argomento principale della poesia è l'amore, si afferma una nuova concezione dell'amore cortese caratterizzato da precisi rituali e codici di comportamento che prevedono la dedizione assoluta per la donna amata che a sua volta deve essere superiore sia per rango sociale che per bellezza.
Per essere cortese l'amante deve rispettare l'insieme dei valori della società feudale.
Nasce così l'idea di un legame inscindibile fra la presenza dell'amore cortese e la nobiltà del poeta.

Hai bisogno di aiuto in Contesto Storico Letterario?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email