Eliminato 1334 punti

Il sonetto e l'ode

Il sonetto

Ha una struttura chiusa e fissa, composta da 14 versi, sempre endecasillabi dividi in due quartine e in due terzine. Le rime delle due quartine possono seguire due schemi a rima incrociata (ABBA,ABBA) e a rima alternata (A,N,AB,AB,AB,).Più vario lo schema metrico delle terzine. Lo schema più classico di sonetto è quello ABBA,ABBA,CDE,CDE. Il sonetto è uno dei componimento più antichi della letteratura italiana, introdotto quasi certamente da Giacomo da Lentini, esponente della scuola poetica siciliana (prima metà del Duecento). Consegue una dignità assoluta con il Canzoniere del Petrarca; ripersa anche nelle principali letterature europee ha incontrato larghissima fortuna fino ai primi decenni del 1900. Tale successo dipende dalla sua versatilità e dalla disponibilità a trattare contenuti differenti: amoroso, religiosi, politici ecc.

L’ode

L’ode è un componimento poetico di contenuto nobile e profondo, privo di uno schema metrico preciso e vario nei tipi di versi che possono essere settenari, ottonari, decasillabi, doppi quinari, doppi settenari. Si sviluppa nel 1500 ad imitazione dei classici greci e latini. È stato molto utilizzato da poeti come Parini, Manzoni e Pascoli. Si tratta di argomenti civili o religiosi prende il nome di inno .

Registrati via email