Giacomo Leopardi

Leopardi nacque nel 1789 da una famiglia nobile. Durante la sua vita fu sempre messo da parte, suo padre sperperava tutti i beni di famiglia, mentre la madre tentava di recuperarli. Egli si rinchiuse nella biblioteca di famiglia, dove cominciò a coltivare una passione per la poesia durante l'adolescenza. Si innamorò della figlia di un cocchiere di famiglia, ma si ammalò e morì di tifo a soli 16 anni. Leopardi aveva una personalità molto introversa, chiusa e soprattutto negativa.
Il poeta tentò molte volte di fuggire dalle Marche, infatti, si creò un finto passaporto per scappare. L'unica persona a conoscenza del suo piano era la sorella Paoletta che rivelo tutto al padre, impedendogli la fuga.
In età adulta Leopardi fu mandato dalla madre a Roma in modo tale da distrarsi e da trovare qualcosa che lo attraesse, ma i risultati furono scarsi visto, in quanto si interessòsolo a una tomba di un poeta illustre. Il poeta viaggiò molto prima della sua morte, visitando Pisa, Roma, Milano, Bologna, Firenze, venendo a contatto con i più illustri intellettuali del tempo. Leopardi si trasferì infine dal suo amico Antonio Ranieri a Napoli, dove morì all'età di 39 anni, essendo colpito dal tifo.

Hai bisogno di aiuto in Giacomo Leopardi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email