vally32 di vally32
Habilis 2512 punti

Le opere di Giacomo Leopardi

Giacomo Leopardi è nato a Recanati in provincia di Ancona, città che apparteneva allo Stato Pontifico, da una famiglia nobile.
Tutte le opere della storia di Leopardi, dalla sua nascita nel 1798 alla sua morte nel 1837, sono collegate a un momento principale della sua vita.
Fino al viaggio che lui intraprese verso il papato a Roma, le sue opere e poesie vanno sotto il nome di Piccoli Idilli.
Gli idilli sono componimenti poetici, da cui nome deriva dal greco "Idillion".
Sono di carattere descrittivo, perlopiù pastorale e campestre, in cui si descriveva un campo, una scena pastorale, etc. ovvero una scena naturale.
Per Leopardi, che si ispirò agli idilli greci, solitamente era sempre riferito alla natura e gli servirà come spunto per successive considerazioni personali.
I primi idilli di Leopardi hanno come temi principali, quelli che li seguiranno per tutto il corso del Leopardi fanciullo, cioè:

- Ammirazione per la natura
- Speranza per il futuro
- Momenti di riflessioni dolorose

Dopo la tentata fuga da Recanati e il successivo ritrovamento del padre, lui vivrà un periodo di disperazione e comincerà il periodo pessimista di Leopardi, che arrivò al pessimismo cosmico(ovvero che tutti gli uomini devono arrendersi all'infelicità) dopo il viaggio a Roma.
Comincerà a pensare che la natura non è più una madre ma una matrigna, che non mantiene le proprie promesse e che non aiuta le persone in difficoltà.
Le opere sotto questo periodo sono descritte come grandi idilli.

In mezzo a questo periodo scrisse anche le operette morali, ovvero riflessioni psicologiche sulla vita degli umani e della natura.

Nella Ginestra, poesia che scrive nell'ultimo periodo della sua vita, poco prima della morte, il periodo del pessimismo si stempra e scaturisce un pensiero di speranza, in cui esprime che l'unico modo per essere felici in questa terra è la fratellanza e la solidarietà con gli altri.

Lo Zibaldone è un opera spontanea, ovvero una specie di diario che Leopardi aveva per appuntare i suoi pensieri, sempre puri e immediati.

Registrati via email