Ominide 2892 punti

Canzoni civili di Leopardi

Sono dieci e le prime sono dette canzoni civili. In tutte queste canzoni abbiamo una contrapposizione tra il passato e il presente vile mediocre in queste canzoni c'è sempre il contrasto tra i valori che hanno caratterizzato il passato e il presente dove quegli valori sono venuti meno (grandezza del passato, mediocrità del presente).
1.All'Italia
2. Ad Angelo Mai quando ebbe trovato i libri di Cicerone della Repubblica: contrasto tra la grandezza degli antichi che è evidente dalle carte appena trovate e il prendete.
Del 21 a cui risalgono due canzoni che sono civili in senso lato
3. Le nozze della sorella Paolina: è scritta in occasione di un progetto di nozze della sorella, progetto che poi fallisce. Leopardi pensando alle nozze della sorella le da dei consigli e le fornisce un modello di educazione per i figli, un'educazione che si basa sui modelli antichi e non su quelli po' proposti nel presente.

4. A un vincitore nel pallone: è dedicata a un campione di calcio di Recanati. Leopardi vuole sottolineare la centralità dei valori fisici, come premessa alla felicità e alla nobiltà d'animo. C'è la celebrazione dello spirito agonistico.
Le seguenti propongono la tematica del rapporto natura/civiltà.
5. Alla primavera delle favole antiche
6. All'inno dei patriarchi: ripropone la bellezza di questa immaginazione degli antichi però in termini biblici.
7. Alla sua donna è del 23 e crea l'immagine ideale di donna.
Le canzoni del suicidio sono le 2 più interessanti e sono dette anche le canzoni filosofiche. Si tratta in entrambi in casi di componimenti con riferimenti autobiografici, anche se i personaggi sono "Bruto" e Saffo. Viene ripreso il motivo della protesta dell'uomo contro l'iniquità del destino. Nel caso di bruto minore abbiamo un suicidio civile, mentre Saffo è un suicidio come protesta conto il destino.Lo stesso paesaggio lunare è presente sia in Saffo, sia nel bruto minore. Saffo si sente esclusa da questo paesaggio, perché è brutta e non amata, si chiude quale peccato abbia commesso da bambina o ancora prima della nascita per meritare una sorte simile. Non c'è risposta. Arcano è tutto, l'unica cosa certa è il nostro dolore. Quando dice il nostro dolore Saffo pensa a se stessa, ma inteso anche come destino simile a tutti gli essere viventi che fanno parte dell'universo (viene già introdotto il motivo del dolore universale). Getta lontano da se l'abito brutto (cioè il corpo) che copre la sua bell'anima, cioè si uccide e il suo ultimo pensiero va a Faone (il giovane di cui si era innamorata, ma lui non ricambia poiché Saffo è brutta). Viene insinuato il dubbio che l'uomo sia insinuato al dolore alla sofferenza. Saffo è trasferimento classico dell'autore, l'uomo è destinato all'infelicita. La luna in entrambi questi canti rappresenta la natura. Quindi Leopardi nelle canzoni dichiara apertamente di accettare di giustificare il suicidio. In queste due canzoni il suicidio viene giustificato. Più tardi invece vedremo come condannerà il suicidio.

Hai bisogno di aiuto in Giacomo Leopardi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email