sc1512 di sc1512
Ominide 5760 punti

-Giuseppe Ungaretti-

Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d’Egitto, luogo in cui i genitori, originari di Lucca, possedevano un forno di pane; suo padre morì mentre stava lavorando come operaio nella costruzione del canale di Suez, quando Ungaretti aveva solo due anni.
I genitori si erano spostati in Nord Africa nella speranza di una vita migliore, visto che con Crispi e Giolitti era iniziata la conquista della costa nordafricana.
Iniziò la sua istruzione in terra africana, per poi spostarsi nel 1912 a Parigi, dove frequentò la Sorbona, ma soprattutto entrò in contatto con la poesia decadente e simbolista di autori come Baudelaire, e incontrò Picasso e Bergson.
Nel 1914 Ungaretti andò in Italia per partecipare alla guerra, era infatti profondamente nazionalista ed era a favore dell’ingresso in guerra.
Si arruolò come soldato semplice e combatte sul Carso, dove scrisse molte delle sue poesie in trincea, pubblicate sotto la raccolta ‘Il Porto Sepolto’.

Altra raccolta fu ‘Allegria di Naufragi’; queste due raccolte vennero unite nella raccolta ‘L’Allegria’.
Nel 1921 si trasferì a Roma, dove aderì al fascismo.
Oltre a scrivere poesie, collaborò anche con diversi prestigiosi giornali e periodici italiani.
La sua figura era un punto di riferimento per la nuova poesia ermetica che con lui era nata.
Lavorò come professore di letteratura italiana a San Paolo in Brasile, stessa cattedra che ottenne anche a Roma anni dopo.
Morì a Milano nel 1970.

Registrati via email