blakman di blakman
VIP 9176 punti

In dormiveglia

Assisto la notte violentata
L’aria e` crivellata
come una trina
dalle schioppettate
degli uomini
ritratti
nelle trincee
come le lumache nel loro guscio
Mi pare
che un affannato
nugolo di scalpellini
batta il lastricato
di pietra di lava
delle mie strade
ed io l’ascolti
non vedendo
in dormiveglia

Commento
Anche in questa poesia, scritta durante la guerra, fa parte della raccolta "L`allegria". Il poeta in trincea, durante un assalto notturno, ascolta il susseguirsi serrato dei colpi di fucile. Da questi colpi nasce nella sua mente un'immagine lontana dalla guerra e dalle sua atrocità: il rumore di scalpellini al lavoro sulle strade della sua città, ascoltato nel dormiveglia.

Registrati via email