clive87 di clive87
Ominide 50 punti

Giovanni Verga
Catania (1840 – 1922)

Piccola aristocrazia terriera.
Studi seguiti da Antonino Abate, successivamente studia Legge.
Va a Milano, e venne a contatto con i scapigliati.
Scrive i primi romanzi d’Amore (molto successo).

Una Peccatrice – Romanzo sentimentale, parla di una contessa che non ricambia l’amore di un povero scrittore, mentre quando lo scrittore diventa famoso, è questo a non ricambiare l’amore della contessa, e così la contessa muore (oppio).

Storia di una capinera – Una giovane donna è spinta a diventare monaca, ma s’innamora di un uomo. Questo, successivamente sposerà la sorellastra ed andranno a vivere davanti al convento. La monaca allora, distrutta dal dolore, si lascerà morire.

Eva – Un pittore s’innamora di una ballerina, ma questa ha già un amante molto ricco. La passione porta la ballerina ad andare con il pittore, ma quando la passione si spegne, Eva torna nel lusso dal suo ricco amante. Il pittore ritrova la passione, sfida ed uccide l’amante di Eva.

Eros – La storia di un marchese posseduto dalla passione, come da un demone. La moglie continua a perdonarlo, ma lui deluso da se stesso si suicida.

Tigre Reale – Il protagonista è attratto da una nobildonna (mangiatrice di uomini), ma intanto lui si sposa con Erminia. Si trasferisce, ma la contessa lo segue, e si riaccende la passione tra i due. La contessa morirà di Tisi ed allora il protagonista torna alla sua vita normale.

Nedda – Una novella che comincia ad avvicinarsi al verismo (non impersonale). Parla di una povera contadina che s’innamora di un altro contadino, Nedda rimane incinta. Il contadino muore, e Nedda darà alla luce il figlio in un mondo povero e squallido, il quale morirà poco dopo.

Vita dei Campi – Sperimentazione del verismo.
*Rosso Malpelo – Rosso è orfano del padre morto in una miniera, viene ritenuto anche lui un perdente, fa anche lui il minatore e muore come il padre.
*Fantasticheria – Contessa va in paesino siciliano, inizialmente entusiasta, poi non comprende la povertà dei pescatori.
*Lupa *Cavalleria Rusticana *L’amante di Gramigna

Ciclo dei Vinti – Dovevano essere 5 opere, dove si esponeva la teoria dell’ostrica (non ci si allontana dallo scoglio), ma ne scrive solo 2 per l’insuccesso e perché non sa scrivere dei borghesi che sono falsi.
*Malavoglia – Famiglia di poveri pescatori siciliani prova a migliorare la propria situazione con il commercio di lupini, ma durante una tempesta perdono la barca, il carico (preso con un prestito) e il figlio del vecchio pardon ‘Ntoni (Bastianazzo). Vendono la casa per pagare il debito, e la famiglia va allo sfascio (Nipote luca muore in guerra, ‘Ntoni diventa contrabbandiere e Lia diventa una prostituta. Il vecchio padron ‘Ntoni muore di vecchiaia). Alla fine rimangono solo Alessi e Mena che riescono a riscattare la casa.

*Mastro Don Gesualdo – Muratore fa sacrifici per accumulare una grande fortuna e diventare un possidente. Non si accontenta e vuole cambiare classe, e sposa una donna che era incinta da una precedente relazione. Si trasferisce, ma alla fine perde. La famiglia lo odia, l’unica donna che lo amava era una serva, e l’ha abbandonata per trasferirsi, la famiglia gli spende l’intero patrimonio.

Il marito di Elena – Elena passa da un amante all’altro. Il marito sopporta tutto, ma per farle capire il dolore che prova, finge di uccidersi. Elena è indifferente alla morte, e allora il marito la uccide.

Novelle Rusticane – Raccolta. La dura legge della lotta per la sopravvivenza.

Registrati via email