eleo di eleo
Moderatore 20549 punti

Giovanni Verga

Giovanni Verga nasce a Catania nel 1840. Iscrittosi all'Università di Catania, non porterà mai a termine i suoi studi, perché si dedicherà alla scrittura di romanzi. Nel 1865 si reca a Firenze, dove entra in contatto con i letterati del luogo. Il suo sogno sarebbe quello di dedicarsi al teatro, ma dopo una serie di fallimenti sceglie di dedicarsi all'attività romanzesca. Il successo arriva con l'opera Storia di una capinera. Si reca a Milano, dove conosce Luigi Capuana, che diventerà suo grande amico. Nel 1874 pubblica Nedda, romanzo ambientato in Sicilia. Risale al 1881 l'opera I Malavoglia. Nel 1888 scrive Mastro Don Gesualdo. Lo scrittore muore nel 1922.

I Malavoglia

Verga crea un ciclo di romanzi che assume il titolo de I Vinti. I Malavoglia, che fanno parte di questa raccolta, si riveleranno un fiasco.

Il romanzo si svolge nel borgo di Acitrezza; i protagonisti sono i membri della famiglia Toscano. Essi tirano avanti grazie ad una barca che utilizzano per la pesca. Il loro declino comincerà quando avranno la presunzione di cominciare a commerciare, invece di accontentarsi dei prodotti della pesca. La famiglia finirà per perdersi e affrontare tante disgrazie. Dal punto di vista stilistico, Verga fa in modo che i diversi personaggi si impongano via via che il lettore va avanti nella storia; il registro linguistico è adattato al livello sociale dei personaggi; si utilizza il discorso indiretto libero ed il narratore non interviene mai.

Mastro Don Gesualdo

Opera che fa parte anch'essa del ciclo dei vinti. Ha richiesto lunghi tempi di elaborazione. Il protagonista è Gesualdo Motta, un ex muratore divenuto latifondista. E' sposato con una donna nobile che però è deceduta. Gesualdo spera di avanzare nella scala sociale. Il paese però continua a chiamarlo con due appellativi, per sottolineare lo sdegno che prova nei suoi confronti, dato che è un parvenu (un nuovo ricco): se da una parte c'è l'appellativo don, usato per chiamare gli uomini di classe sociale elevata, dall'altra però permane l'appellativo mastro che continua ad indicare che Gesualdo Motta è di rango inferiore. Mastro Don Gesualdo morirà solo.

Hai bisogno di aiuto in Giovanni Verga?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email